pianosa
pianosa

Livorno, 9 gennaio 2019 - Trekking tradizionale o incentrato su archeologia, paleontologia o geologia, tour in bus o carrozza, escursioni in mountain bike dedicate alla geologia, snorkeling e kayak. E’ quanto ha previsto per la fruizione di Pianosa il consiglio direttivo del parco nazionale dell’Arcipelago Toscano che nei giorni scorsi ha approvato la carta dei percorsi turistici dell’isola e le regole che dovranno essere rigorosamente osservate per il loro utilizzo, prime tra tutte quelle della limitazione del numero dei partecipanti alle varie attività e del numero di volte giornaliere in cui ogni singolo percorso può essere utilizzato.

«Negli ultimi anni – dice il presidente del parco Giampiero Sammuri – è cresciuta la richiesta di fruizione di Pianosa e sono aumentati gli accessi all’isola, seppure attraverso il contingentamento giornaliero. Questa condizione ha fatto emergere la necessità di formulare nuove modalità per consentire la fruizione in termini sostenibili e coerenti con la necessità di tutelare le eccezionali valenze ambientali e più in generale la biodiversità e la geodiversità presenti sull’isola. Abbiamo così deciso di individuare i percorsi da destinare alla fruizione turistica specificando i tracciati e le modalità di utilizzo degli stessi anche con mezzi specifici diversi dalla mera passeggiata, al fine di determinare il minor impatto antropico su un territorio che vanta emergenze ambientali».

Il percorso  per la mountain bike tradizionale si spinge fino a Punta del Marchese e non potrà essere utilizzato più di due volte al giorno da un numero massimo di 25 persone per ogni uscita. Anche i percorsi di ‘archeonatura trekking’ e paleo natura trekking che raggiungono rispettivamente la ‘Grotta dei due scheletri’ ed il sito archeologico di epoca romana e la ‘Grotta dei cervi’ dovranno essere utilizzati solo due volte al giorno al massimo da 5 persone. Le uscite in bus (21 persone) ed in carrozza (13 persone) fino alla ‘Torre di Babele’ ed al ‘Cardon’ non potranno svolgersi più di tre volte al giorno. Per il kayak (fino a cala Brisighelli) e lo snorkeling (Cala dei Turchi) le uscite previste sono sempre due con una numero massimo di 8 partecipanti. Anche sui tracciati di geo trekking, geo-mountain bike e trekking tradizionale le escursioni sono 2 al giorno e sono riservate ad un numero massimo di 15 persone.