Quotidiano Nazionale logo
21 gen 2022

Piantato l’albero della Memoria alle ’Micheli’

Un olivo nel giardino dell’istituto ricorda la Shoah. Iniziativa della scuola e Comunità di Sant’Egidio

I bambini della scuola hnno piantato l’olivo, albero della Memoria, nel giardino dell’istituto per ricordare le vittime della Shoah
I bambini della scuola hnno piantato l’olivo, albero della Memoria, nel giardino dell’istituto per ricordare le vittime della Shoah
I bambini della scuola hnno piantato l’olivo, albero della Memoria, nel giardino dell’istituto per ricordare le vittime della Shoah

Alle scuole Micheli a San Marco ieri gli alunni hanno piantato l’Albero della Memoria, un olivo. per ricordare l’orrore delle deportazioni e commemorare chi ha perso la vita in tutte le guerre. Questa è stata la prima delle iniziativa che ha organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con il Comune di Livorno, per celebrare già ora il ‘Giorno della Memoria’ della Shoah che ricorre il 27 gennaio. È la giornata internazionale istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2005 per ricordare l’anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto. La dirigente della scuola Micheli Cecilia Semplici ha sottolineato "il lungo rapporto di collaborazione tra questa scuola e la Comunità di Sant’Egidio. Questa iniziativa è particolarmente importata perché serve a omorare la memoria dei cittadini ebrei di Livorno deportati. Ed è tanto più significativa perché avviene in preparazione delle ulteriori iniziative in calendario per il’Giorno della Memoria’ il prossimo 27 gennaio. È stato scelto l’olio con albero da piantare nel giardino della scuola perché simboleggia la pace e solidarietà tra i popoli". Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 26 gennaio alle 17 in via San Francesco 32 dove saranno posate due pietre di inciampo dedicate a Ada e Benito Attal, nostri concittadini madre e figlio, arrestati per una delazione e deportati nei campi di concentramento. Interverrà alla cerimonia per l’amministrazione comunale l’assessore alla cultura Simone Lenzi. La cerimonia conclusiva si terrà giovedì 27 gennaio, giorno in cui nel 1945 si aprirono i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz. Alle 15-30 con una manifestazione statica alla Sinagoga di piazza Benamozegh alla presenza delle autorità civili e religiose. Interverranno Rav Abraham Dayan, rabbino di Livorno, Andrea Zargani delegato diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso e Anna Ajello della omunità di Sant’Egidio. Seguirà l’accensione della Menorah in memoria ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?