Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Piazza Garibaldi, i problemi restano

Livorno, nonostante le iniziative per rivitalizzare la zona, ci sono ancora degrado, mancanza di cura ed episodi di spaccio

Piazza Garibaldi, uno degli scorci storici più suggestivi di Livoro, con il suo affaccio sulla Fortezza Nuova e il fosso Reale, impreziosita dalla statua dell’Eroe dei due Mondi, è abbandonata a se stessa.

Il prato interno al monumento di Garibaldi versa nell’incuria assoluta. L’erba non viene tagliata da tempo e in più punti è sparita. Sono ben visibili. Tutto intorno alla piazza le famigerate baracchine restano in parte abbandonata.

Fanno eccezione quelle periodicamente aperte perché assegnate di recente dal Comune a partire dal 22 aprile 2021 per il profetto ‘Effetto Pop 2.0". 5 baracchine sono state affidate ad associazioni del terzo settore: P24 Lila, coop sociale Cesdi Livorno, associazione Il Sestante Solidarietà, associazione SVS Pubblica Assistenza Livorno, associazione Diecidicembre–Arci Ragazzi.

Le 5 baracchine ospitano così lo sportello informativo su condotte a rischio, informazioni su sostanze psicoattive e malattie sessualmente trasmissibili; uno sportello di ascolto, informazione e orientamento e supporto all’accesso ai servizi del territorio sanitari, educativi, sociali, lavorativi, abitativi. Attività laboratoriali e di animazione ludico-ricreative per i giovani e soggetti a rischio esclusione sociale.

Il punto informativo sui servizi territoriali; formazione su primo soccorso tramite iniziative di prevenzione ed informazione alle pratiche sanitarie di base. Uno spazio informativo permanente su emergenza Covid 19 (associazione SVS Pubblica Assistenza Livorno con Misericordia Livorno, Misericordia di Montenero e CRI di Livorno).

Questa iniziativa punta anche al coinvolgimento dei residenti nella riprogettazione dell’area attraverso attività ludiche, praticate all’aperto, con valenza educativa, formativa ed etica più attività di educazione.

Gran bel progetto non c’è che dire. Ma all’interno di un contesto urbano e sociale degradato, dove le manutenzioni non si fanno.

Dove anche in pieno giorno si assiste alla cessione di dosi di droga tra spaccistori e clienti. I primi hanno la loro ‘base operativa’ tra le baracchine lato Supermaket e Minimarket, che hanno le aperture non solo su piazza della Repubblica, ma anche su piazza Garibaldi.

Insomma nonostante gli sforzi fatti dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni del terzo settore, piazza Garibaldi è ancora un luogo abbandonato a se stesso, zona di spaccio e duelli a suon di coltellate tra bande di stranieri.

M.D.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?