Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Pietre d’inciampo per Ada e Benito Storie di orrore

Livorno, sono state posate in via San Francesco. Prezioso il ricordo della famiglia ebrea Attal

Le due pietre d’inciampo che sono state depositate in via San Francesco per il Giorno della Memoria (Foto Novi)
Le due pietre d’inciampo che sono state depositate in via San Francesco per il Giorno della Memoria (Foto Novi)
Le due pietre d’inciampo che sono state depositate in via San Francesco per il Giorno della Memoria (Foto Novi)

Ieri pomeriggio in via san Francesco 32 è avvenuta la posa di due pietre di inciampo dedicate a Ada e Benito Attal, nostri concittadini madre e figlio, arrestati a causa di una delazione e deportati nei campi di concentramento. Oggi giovedì 27 gennaio, in occasione del ‘Giorno della memoria, in ricordo della giornata di 77 anni fa nella quale furono aperti i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, alle ore 15.30 si svolgerà una manifestazione alla Sinagoga di piazza Benamozegh alla presenza delle autorità civili e religiose. Queste sono tra le significative iniziative organizzate quest’anno dalla Comunità di Sant’Egidio, in collaborazione con il Comune di Livorno, insieme alla Comunità ebraica, alla Diocesi e Istoreco per celebrare il ‘Giorno della Memoria’ della Shoah, ricorrenza internazionale istituita e fissata ogni 27 gennaio dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2005 per rammentare a tutta l’umanità l’anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto. La prima, il 20 gennaio, ha visto piantare l’albero della memoria alle scuole ‘Micheli’. Dunque ieri il tributo alla memoria di Ada e Benito Attal, introdotto da un intervento e dal saluto dell’assessore alla cultura del Comune Simone Lenzi e di un giovane studente. Un omaggio floreale è stato collocato sulle pietre di inciampo e i ragazzi delle scuole che hanno partecipato alla cerimoniahanno lasciare un biglietto con un loro pensiero. Al termine sono intervenuti anche i testimoni Ugo e Luciana Bassano. Preziose informazioni su Benito Attal sono contenute nel libro ‘Dalla casa nel bosco al grande mondo. Storie di bambini ebrei tra la Toscana e Israele’ di Silvia Trovato e Tiziana Arrigoni (edito La Bancarella). Tra le pagine anche una fotografia del volto di Benito insieme ai bambini dell’orfanotrofio ebraico a Sassetta. Il libro è dedicato proprio ‘A Benito Attal, il bambino il cui ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?