Un solo caso a Piombino, 7 a Cecina e nessuno a Rosignano: nelle Valli Etrusche è la prima volta che le tre città più grandi scendono sotto la soglia anche psicologica dei dieci casi. Praticamente, secondo i dati forniti dal report quotidiano dell’ASsl Nord Ovest il contagio sembrerebbe essersi fermato a Rosignano e Piombino e molto ridotto a Cecina. E’ ancora presto per tirare le...

Un solo caso a Piombino, 7 a Cecina e nessuno a Rosignano: nelle Valli Etrusche è la prima volta che le tre città più grandi scendono sotto la soglia anche psicologica dei dieci casi. Praticamente, secondo i dati forniti dal report quotidiano dell’ASsl Nord Ovest il contagio sembrerebbe essersi fermato a Rosignano e Piombino e molto ridotto a Cecina. E’ ancora presto per tirare le somme, ma i segnali di una nuova fase ci sono tutti. Ieri nelle Valli Etrusche, l’area Asl che raggruppa 140mila abitanti comprendendo la Bassa val di cecina (incluse le colline poisane) e la val di Cornia ci sono stati solo 19 casi così ripartiti: Campiglia Marittima 1, Castagneto Carducci 3, Castellina Marittina 3, Piombino 1, Riparbella 1, Rosignano Marittimo 7, San Vincenzo 1, Sassetta 1, Suvereto 1. Nei giorni di picco, a metà novembre, avevamo avuto anche oltre 70 contagi giornalieri. Da una settimana, con qualche oscillazione quotidiana, i numeri sono in progressivo calo. Del resto le Valli Etrusche è l’area in Toscana a rischio più basso. Ed è anche l’area dove si registrano meno vittime. Anche ieri nella gioornata in cui il report Asl riferisce di dieci decessi, solo uno è nei Comuni livornesi delle Valli Etrusche, a Rosignano. Per quanto riguarda i ricoveri per Covid-19, negli ospedali dell’Asl Toscana nord ovest sono in totale 507 (ieri erano 517), di cui 64 (ieri erano 66) in Terapia intensiva. All’ospedale di Cecina 28 i ricoverati, di cui 4 in Terapia intensiva. A Piombino 10 ricoverati alle cure intermedie covid. All’ospedale di Livorno 108 i ricoverati, di cui 14 in Terapia intensiva. All’ospedale di Lucca 84 i ricoverati, di cui 13 in Terapia intensiva. All’ospedale Apuane 105 ricoverati, di cui 22 in Terapia intensiva. All’ospedale Versilia 117 ricoverati, di cui 8 in Terapia intensiva. A Pontedera 42 ricoverati, di cui 3 in Terapia intensiva. A Pontremoli 20 i ricoverati. All’ospedale di Barga 2 i ricoverati.