Una pistola (Ansa)
Una pistola (Ansa)

Livorno, 16 ottobre 2020 - Un livornese 40enne, pregiudicato, è stato arrestato dalla polizia di Livorno: girava con una pistola rubata con il colpo in canna e un documento falso.

Durante un controllo nel centro cittadino i poliziotti della Squadra mobile hanno notato il sospetto uscire da un esercizio commerciale con al seguito un trolley e salire a bordo di un autobus di linea in direzione della stazione. Allertati i colleghi del posto di Polizia ferroviaria, l'uomo è stato fermato appena sceso dal pullman. La perquisizione ha consentito di rinvenire, nel trolley, una pistola Beretta calibro 7,65 risultata rubata in estate in un appartamento, munita di slitta per alloggiamento di silenziatore sulla parte terminale della canna, con tanto di colpo in canna ed altri due proiettili nel caricatore, oltre a una carta d'identità romena sulla quale era stata apposta la foto del pregiudicato e risultata falsa a seguito dei controlli effettuati dagli esperti di falso documentale in servizio alla Polizia di Frontiera e degli accertamenti esperiti tramite la polizia romena. Nel trolley c'erano anche una decina di grammi di eroina e due boccette di metadone.

Il 40enne è stato arrestato e condotto, su disposizione del pubblico ministero di turno nel carcere delle Sughere, dove è tuttora detenuto, dal momento che il giudice, dopo averne convalidato l'arresto, ne ha disposto la custodia cautelare in carcere. Nei suoi confronti si procederà anche alla segnalazione alla locale prefettura per la detenzione per uso personale dello stupefacente rinvenuto in suo possesso, sanzionato in via amministrativa.