I tecnici del Comune e di Anas sotto il ponte  di Calafuria durante il sopralluogo che è durato circa un’ora
I tecnici del Comune e di Anas sotto il ponte di Calafuria durante il sopralluogo che è durato circa un’ora

Livorno, 12 febbraio 2019 - Prima sono arrivati i tecnici del Comune, a seguire quelli di Anas. Più di un’ora di sopralluogo da una parte all’altra della struttura che ha portato al verdetto reso noto poi in serata: il transito sul ponte di Calafuria sarà vietato ai mezzi di portata superiore alle 20 tonnellate.

Questo è quanto ha deciso la stessa Anas, ente competente e proprietaria del ponte, dopo le verifiche effettuate ieri mattina dai suoi tecnici e a pochi giorni dalla relazione dei vigili del fuoco dove le veniva consigliato di vietare il transito ai mezzi di portata superiore alle 3,5 tonnellate.

Ciò che è stato riscontrato dai tecnici di Anas è comunque – almeno in parte – quello che era emerso già nei giorni precedenti.

«L’ispezione ha confermato la completa funzionalità strutturale dell’opera, il cui stato viene monitorato con continuità dai tecnici – spiegano da Anas – Per quanto riguarda il degrado superficiale del calcestruzzo (copriferro), accertato che tale fenomeno fisiologico allo stato attuale non ha alcuna implicazione statica, Anas conferma che gli interventi di risanamento saranno eseguiti in primavera. Nelle more di tali interventi sarà provvisoriamente posto in via precauzionale il divieto di transito ai mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore a 20 tonnellate. Saranno inoltre eseguite nell’immediato operazioni di distacco dei frammenti di calcestruzzo degradato potenzialmente instabili e saranno potenziate la recinzione e la segnaletica di divieto di accesso dei pedoni già in vigore nell’area sottostante il ponte».

La struttura di Calafuria dunque non è pericolosa, però ha delle criticità a livello superficiale sulle quali è necessario intervenire. Per questo è stato deciso di limitarvi il transito in via cautelativa, venendo così incontro anche ai suggerimenti dei vigili del fuoco evidenziati nella relazione dei giorni scorsi.

La limitazione comunque è molto ampia. Di fatto il passaggio a questi mezzi verrà inibito già nei prossimi giorni, giusto il tempo per installare la segnaletica e per rendere noto il provvedimento. La misura, ovviamente, è provvisoria. Una volta che verranno effettuati i lavori di consolidamento superficiale il ponte di Calafuria tornerà ad essere regolarmente transitabile anche ai mezzi di portata superiore alle 20 tonnellate.

I lavori da parte di Anas dovrebbero svolgersi quindi entro l’estate, c’è un bando aperto e l’obiettivo è quello di riuscire a programmare i cantieri in primavera. Questi interventi comunque non andranno in nessun modo a modificare né interrompere la viabilità sul ponte di Calafuria visto che verranno eseguiti ‘da sotto’ la struttura.