Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Livorno, rientrato dall'Ucraina il bus della speranza: sani e salvi i 18 profughi arrivati

L'autobus di autolinee toscane è partito per consegnare aiuti umanitari ed è rientrato con i profughi scappati dalle bombe

AUTOLINEE TOSCANE UKRAINA ARRIVO PROFUGHI 07-04-2022
Autolinee toscane in arrivo dall'Ucraina con i profughi (Novi)

Livorno, 7 aprile 2022 - Dopo un viaggio di oltre 22 ore il bus della solidarietà di autolinee toscane è rientrato a Livorno con 18 profughi ucraini: in gran parte donne, un anziano e sei minori. Tre persone si sono fermate a Bologna da dei parenti. Le restanti 15 persone sono state accompagnate alla questura di Livorno che ha coordinato, assieme alla prefettura e alla protezione civile, le formalità burocratiche, compresi i controlli anti-pandemia (tutti i tamponi sono risultati negativi). 

Autolinee toscane, autobus rientra dall'Ucraina con profughi
Autolinee toscane, autobus rientra dall'Ucraina con profughi

Da qui una famiglia di tre persone, una mamma con due bambine piccole, ha trovato ospitalità da una famiglia a Rosignano, mentre le altre 12 persone sono state accompagnate al centro accoglienza straordinaria di Piombino e successivamente in hotel. Di queste, una famiglia di quattro persone nei prossimi giorni raggiungerà Verona dove ha trovato un appartamento grazie ad amici e parenti. 

"Voglio ringraziare tutte le nostre lavoratrici e i nostri lavoratori che tramite i propri Cral hanno realizzato questa azione di concreta solidarietà e vicinanza a persone colpite dagli orrori della guerra", commenta il presidente di autolinee toscane, Gianni Bechelli. "E voglio ringraziare le istituzioni, dalla regione alla prefettura, e il mondo del volontariato che ci hanno aiutato a portare a termine positivamente questa missione umanitaria". 

Prima di portare in Italia i profughi ucraini, infatti, il bus ha portato a Varsavia, nel centro dove trovano prima ospitalità i profughi ucraini, diversi pancali di generi di prima necessità e medicinali. Tutti beni acquistati con una raccolta fondi, avviata dal circolo Cral di Livorno e implementata via via non solo da tutti i circoli territoriali di autolinee toscane ma anche da tanti di semplici cittadini, che ha superato gli 11 mila euro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?