Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

"Punti di sosta attrezzati per i rider livornesi"

Il duro lavoro dei rider spesso alla prese con tempi stretti e strade pericolose come via del Levante
Il duro lavoro dei rider spesso alla prese con tempi stretti e strade pericolose come via del Levante
Il duro lavoro dei rider spesso alla prese con tempi stretti e strade pericolose come via del Levante

Un gruppo di rider del servizio delivery, ieri mattina, ha avuto un primo incontro informale con Filippo Bellandi del sindacato Nidil Cgil su alcune problematiche che riguardano il loro lavoro. Lo stesso lavoro che svolgeva per la Piattaforma Deliveroo William de Rose, il rider di 31 anni morto il 25 marzo in ospedale dopo il grave incidente accaduto sul viale Marconi a causa dello scontro con un’auto. "Abbiamo parlato della sicurezza sulle strade e della mancanza di spazi congrui dove sostare in attesa che arrivino gli ordini delle consegne. Spazi riscaldati, con servizi igienici. Queste sono alcune delle questioni più importanti che, come sindacato, dovremmo riproporre avviando una riflessione anche con l’amministrazione". Dal confronto con Bellandi, è emerso che uno dei luoghi più frequentati dai rider è via del Levante dove si trova il punto Mec Donald’s. "E’ una strada molto transitata anche a velocità elevata dai veicoli – è stato sottolineato nell’incontro dai rider – con i tutti i rischi connessi alla sicurezza stradale. E non esiste qui un posto tappa al coperto e con servizi igienici per la nostra categoria da utilizzare quando ci fermiamo per aspettare che arrivino gli ordini". "È stata una prima assemblea quella di oggi ‘(ieri, ndr) - ha sottolineato Bellandi - per gettare le basi di un percorso tutto da costuire insieme alla categoria dei rider. Insomma si parte da qui per andare avanti. Che il percorso sia all’inizio, lo evidenzia il fatto che la totalità dei rider attivi oggi a Livorno non ha tutela sindacale, come loro stessi ci hanno confermato dopo la tragica morte di William.

M.D.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?