Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
6 gen 2022

"Quel ritratto è un falso" Esposto alla Procura

Guido Guastalla è convinto che l’opera esposta a Vienna non sia di Modigliani "Dipinto assolutamente difforme dall’autentico dello stesso anno"

6 gen 2022
Guido Guastalla e, nella foto piccola, il ritratto di Picasso al centro dell’esposto
Guido Guastalla e, nella foto piccola, il ritratto di Picasso al centro dell’esposto
Guido Guastalla e, nella foto piccola, il ritratto di Picasso al centro dell’esposto
Guido Guastalla e, nella foto piccola, il ritratto di Picasso al centro dell’esposto
Guido Guastalla e, nella foto piccola, il ritratto di Picasso al centro dell’esposto
Guido Guastalla e, nella foto piccola, il ritratto di Picasso al centro dell’esposto

Guido Guastalla è convinto. "Quel ritratto non è di Modigliani". Il ritratto di Pablo Picasso attribuito ad Amedeo Modigliani, presente in una mostra a Vienna dedicata allo stesso Modigliani, è stato bersagliato da un esposto depositato alla Procura della Repubblica di Roma nel quale si sollevano dubbi sulla sua autenticità. "Era già apparso a Livorno nel 1984 nell’esposizione organizzata per celebrare il centenario della nascita di Amedeo Modigliani (durante la quale scoppiò lo scandalo delle false teste di Modi ripescate nei fossi di Livorno, dichiarate autentiche da esperti, smentiti successivamente da un gruppetto di studenti liceali che ve aveva scolpite con un trapano elettico, ndr) - ricorda Guido Guastalla, esperto d’arte, direttore della Casa natale Modigliani di Livorno e firmatario dell’esposto - Già all’epoca il ritratto di Pablo Pucasso era stato giudicato non autentico da Maurizio Calvesi e da Federico Zeri". "La stessa figlia di Modigliani Jeanne e la figlia di Picasso Maya - si legge nell’esposto di Guastalla presentato attraverso l’avvocato Fabio Rocco - sul dipinto assolutamente difforme dall’autentico dello stesso anno, il 1915, attualmente di proprietà di una collezione ucraina, dettero lo stesso giudizio". L’opera si è poi eclissata negli anni fino a riapparire a un’asta di Sotheby’s, in cui rimase invenduta, quindi è riapparsa nella mostra Vienna. Guido Guastalla commenta, contattato ieri nella sua casa di Livorno: "Come esperto d’arte mi meraviglia che questo dipinto sia stato ripresentato a Vienna. Ne sono venuto a conoscenza perché mi è capitato tra le mani il catalogo. Spero che il mio esposto serva a chiarire la situazione una volta per tutte. Nell’arco di quarant’anni questo quadro è stato presentato a un’asta internazionale dove non stato venduto. All’epoca della mostra dedicata a Modigliani a Livorno, nel 1984, apparteneva alla galleria Perls di New York. Poi se ne sono perse le tracce". Marc ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?