Rastrelliere per le biciclette
Rastrelliere per le biciclette

Livorno, 11 febbraio 2019 - Cento rastrelliere per le bici per una spesa di circa 80mila euro. Questo è lo sforzo che sta fando l’amministrazione comunale per dotare la città delle necessarie infrastrutture a servizio dei ciclisti ‘urbani’. Per questo motivo saranno eliminati in via Cairoli e via Grande gli archetti parapedonali, al posto dei quali saranno collocate le rastrelliere. Oggi i numerosi ciclisti livornesi sono ‘costretti’ a usare questi archetti come posteggi per i loro mezzi a due ruote non avendone a disposizione altri.

"La gara per la realizzazione delle nuove rastrelliere si è conclusa ed è stata aggiudicata – spiega l’assessore Giuseppe Vece – per il momento, in via provvisoria. Entro i prossimi 10 giorni verranno completate le tavole con la collocazione puntuale di ciascuna rastrelliera e si procederà alla firma del contratto. Dopodiché si darà il via ai lavori".

Le rastrelliere saranno di due tipi: una di maggior pregio del valore di mille euro e una più leggera dal costo più basso. "L’investimento complessivo sarà di 80 mila euro – precisa l’assessore – e ogni eventuale ribasso sulla base d’asta, verrà utilizzato per incrementare il numero delle rastrelliere".

I dispositivi saranno posizionati "ovunque in città", dice ancora l’assessore. "Sia in centro sia in periferia, quelle di maggior pregio ovviamente verranno installate nelle zone centrali, o in prossimità di monumenti, o scorci particolari".

Vece poi, intervenendo nel dibattito suscitato dalle notizie sugli archetti di via Cairoli e via Grande, nel quale ha detto la sua anche Luca Di Fonzo di Fiab Livorno, sottolinea che "se si vogliono cambiare le modalità con cui si spostano i cittadini, favorendo l’uso della bicicletta, servono le infrastrutture. Questa amministrazione ha raccolto milioni di euro di fondi comunitari e nazionali e nei prossimi anni la città si riempirà di cantieri per la realizzazione di decine di chilometri di piste ciclabili, a partire dalla Tirrenica, per arrivare a viale Alfieri e via Galilei. Ma non basta. Sono necessari anche i posteggi per le bici. Per questo abbiamo finanziato questo maxi intervento che ci permetterà di installare un centinaio di rastrelliere in tutta la città".