Carabinieri
Carabinieri

Portoferraio (Isola d'Elba), 28 agosto 2020 - I carabinieri di Portoferraio hanno arrestato un trentenne marocchino, residente da diversi anni a Portoferraio, per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

L’uomo era stato segnalato al 112 da una negoziante di Portoferraio perché era andato in escandescenza dopo che la donna lo aveva invitato a indossare la mascherina durante la permanenza in negozio. Il 30enne, difatti, nonostante l’obbligo, aveva risposto ai ripetuti inviti dell’esercente a indossare la mascherina con insulti e minacce.

Appurato che la negoziante stava per contattare il 112, il marocchino è uscito dal negozio per cercare scappare, ma è stato subito individuato in un vicino bar dai carabinieri del Radiomobile. Tuttavia l'uomo, ubriaco, anziché fornire i propri documenti, il 30enne ha iniziato a insultare anche i militari provando a sottrarsi al controllo, strappando loro la mascherina e prendendoli a calci e pugni. Vista la reazione, per l’extracomunitario sono scattate le manette ed è stato così arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.