Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

"Rigassificatore, venite in assemblea"

Piombino, il sindaco Ferrari chiama a raccolta i cittadini. Incontro pubblico fissato il 26 aprile alle 17

Il sindaco Francesco Ferrari
Il sindaco Francesco Ferrari
Il sindaco Francesco Ferrari

Rigassificatore: martedì 26 aprile alle 17 il sindaco Francesco Ferrari incontrerà i cittadini al Centro giovani. Si concluderà con una presa di posizione il percorso ’partecipato’ intrapreso dal sindaco. Un’assemblea pubblica per discutere dell’ipotesi di un rigassificatore a Piombino prima della pronuncia del Governo: si tratta quindi dell’ultima tappa di un percorso intrapreso con la città su un tema di grande impatto sociale, economico e ambientale.

"Abbiamo deciso di intraprendere un percorso di dialogo con la città – ha spiegato il sindaco Ferrari – sull’ipotesi di un rigassificatore perché siamo convinti che il confronto con chi vive, lavora e investe a Piombino sia fondamentale per affrontare in maniera organica le criticità del territorio e le conseguenze che un rigassificatore può comportare. La responsabilità dell’Amministrazione è quella di proteggere il rilancio economico e turistico che faticosamente stiamo costruendo, non è giusto pensare a Piombino solo quando vengono chiesti dei sacrifici. Siamo convinti che chi amministra debba farlo dalle piazze e non dai palazzi ed è quanto abbiamo fatto fin dall’inizio del nostro mandato. Abbiamo già incontrato vari soggetti interessati dal tema come i sindacati, i comitati, il Wwf, i sindaci di Follonica e dell’Isola d’Elba e a breve incontreremo anche i rappresentanti delle aziende ittiche del Golfo: l’obiettivo è quello di dare informazione di quanto sappiamo sul progetto e acquisire le opinioni e le esigenze della città. Ognuno ha il proprio angolo di visuale - ha ricordato il sindaco Ferrari - e siamo convinti che sia giusto per chi ha la responsabilità di fare scelte e prendere posizioni ascoltarli tutti in modo da poter davvero rappresentare la città: da qui nasce l’esigenza di questa assemblea pubblica che rappresenta il culmine di un percorso che ci porterà a formalizzare una posizione che sia veramente rappresentativa di Piombino e dobbiamo farlo adesso, prima che sia troppo tardi". Il sindaco Ferrari ribadisce la necessità che ha Piombino di risolvere le questioni aperte, che attendono una solzione da anni.

"Chi aspetta subisce le decisioni calate dall’alto, noi vogliamo tentare di far avere a Piombino finalmente voce in capitolo. Dopo anni di grande crisi abbiamo bisogno di risposte e di ascolto, di bonifiche e investimenti - ha concluso il sindaco - Piombino, lo abbiamo detto, ha un cuore grande e siamo consapevoli della crisi energetica nazionale ma adesso è necessario pensare prima a proteggere il nostro futuro".

m. p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?