San Vincenzo
San Vincenzo

San Vincenzo, 22 maggio 2020 - L’industria del turismo si rimette in moto. Il villaggio Riva degli Etruschi, 35 ettari nel verde, riapre il 13 giugno. Il 6 giugno, una settimana prima, è L’Orizzonte, sulla Costa Est a Piombino a riaprire i cancelli. E parte anche il resort Paradù il 13 giugno a Marina di Castagneto-Donoratico. Ne parliamo con Massimiliano Roventini, assessore è referente locale dell’Ente bilaterale del turismo toscano.
Qualche buona notizia con le riaperture dei villaggi?
"Sono ottime notizie che è giusto sottolineare per l’impegno dei gestori e dei lavoratori".
Il modello del villaggio con bungalow e ampi spazi è forse quello più adatto ad assicurare distanze e vacanze serene?
"Il turismo all’aperto è senz’altro quello con più basso indice di rischio, basta rispettare le distanze. Se un nucleo familiare occupa un bungalow e va in spiaggia o in pineta può fare mare e respirare aria buona senza pericolo. Purtroppo per questa estate non si potranno fare gli sport collettivi, ma ci saranno alternative".
Quanto pesano i villaggi in termini economici?
"Per San Vincenzo molto, ci sono gli occupati diretti, centinaia di persone e poi i fornitori, chi si occupa della manutenzione, servizi. C’è un indotto importante. Ma tutte le aziende turistiche hanno il loro peso, anche il piccolo albergo o il bar. Abbiamo bisogno dell’impegno di tutti e noi cercheremo di dare una mano come amministrazione, serve uno sforzo comune per ripartire".
E le spiagge libere?
"A San Vincenzo abbiamo la fortuna di avere spazi ampi come Rimigliano, o anche la zona della Conchiglia. Stiamo predisponendo dei cartelli per informare i cittadini delle regole e della corretta fruizione degli arenili. L’importante è non creare assembramenti e possiamo gestire la situazione grazie al personale delle torrette di salvamento. A Rimigliano si può stare al mare a cinque-dieci metri dall’ombrellone più vicino, succedeva anche lo scorso anno a luglio e agosto, si può fare anche ora, ci sono ampi spazi. E’ chiaro che tutti devono rispettare le regole".
Saranno vacanze meno libere?
"Alcune regole di base devono essere rispettate, nessuno vuole tornare a chiudersi in casa per il ritorno del virus. Però rispettando le norme potremo andare al mare con serenità, non è poco".
m.p.