Quotidiano Nazionale logo
28 dic 2021

"Scuola, puntiamo alla qualità"

I casi della riorganizzazione degli istituti a Livorno e all’Elba: interviene l’assessore regionale Nardini

L’assessore Alessandra Nardini ha incontrato il sindaco di Livorno Salvetti e gli operatori della scuola
L’assessore Alessandra Nardini ha incontrato il sindaco di Livorno Salvetti e gli operatori della scuola
L’assessore Alessandra Nardini ha incontrato il sindaco di Livorno Salvetti e gli operatori della scuola

L’assessore all’istruzione Alessandra Nardini interviene per fare chiarezza sul ruolo della Regione nelle vicende relative a Livorno ed all’Elba sul tema dell’organizzazione della rete scolastica. "Per quanto riguarda Livorno - spiega Nardini - vorrei precisare che la Regione, recependo le indicazioni di una legge statale, da circa un decennio ha previsto la comprensivizzazione delle scuole del primo ciclo perché riteniamo che questa proposta di riorganizzazione della rete scolastica consenta di puntare ad una scuola di qualità in grado di garantire da un lato la continuità educativa e pedagogica alle alunne e agli alunni, dall’altro alla contaminazione delle esperienze positive, da allargarsi progressivamente anche attraverso momenti di incontro tra le diverse scuole. La situazione di Livorno è un unicum nel panorama regionale e nazionale con 12 istituti del primo ciclo ancora non costituiti in comprensivi. Questo percorso di riorganizzazione che noi condividiamo - continua l’assessore Nardini - non è stato facile. Ritengo che l’amministrazione comunale di Livorno abbia svolto un ottimo lavoro recependo pienamente gli indirizzi regionali, impegnandosi su coinvolgimento e concertazione a tutti i livelli e gestendo questa fase con responsabilità, trasparenza e capacità di confronto. Ho seguito personalmente la vicenda nell’ultimo mese, interloquendo non sono con le istituzioni locali e l’Ufficio scolastico regionale e provinciale, ma anche con i sindacati. Ovviamente monitoreremo gli effetti di questa scelta senza dimenticare un’attenta verifica sul mantenimento degli attuali livelli occupazionali, obiettivo condiviso dall’Ufficio Scolastico Regionale, il primo tra i soggetti chiamati in causa". Rispetto invece alla questione relativa all’Elba la Regione fa sapere di aver solo preso atto della proposta di accorpamento degli istituti superiori ‘Cerboni’ e ‘Foresi’ di Portoferraio, approvata dal Consiglio provinciale di Livorno il 22 novembre scorso. "Negli indirizzi regionali - dice l’assessore Nardini - non era prevista alcuna misura specifica per tali istituti. Tuttavia la scelta non era ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?