Quotidiano Nazionale logo
11 mar 2022

Si allarga il fronte della solidarietà dei livornesi

Si sono mobilitati anche i soci del Motoclub della Polizia di Stato per portare aiuti al popolo ucraino, martoriato dalla guerra scatenata dalla Russia. Lucia Casadio presidente del Motoclub è pronta per partire domani alle 7 (oggi, ndr) con una piccola carovana di aiuti per raggiungere la Polonia. "Arriveremo fino a Cracovia, di lì raggiungeremo Medyka per consegnare materiale sanitario, medicinali da usare in zona di guerra per l’ospedale di Leopoli in Ucraina e materiali per la protezione contro il freddo e generi alimentari a lunga conservazione" ci spiega Lucia. "Abbiamo due furgoni che ci sono stati messi a disposizione dal Corriere Sda e da BF Auto srl di Jacopo Balocco – prosegue Lucia – abbiamo anche due suv fornitici da due soci del Motoclub Polizia di Stato di Livorno. Domani (oggi, ndr) partiremo per Cracovia dove ci accoglieranno i colleghi della delegazione polacca della International Police Association. Domenica ripartiremo alla volta di Medyka dove tutto il materiale sarà scaricato per essere trasferito a Leopoli". Dopodiché Lucia, Stefano, Cinzia, Nunzia, Rocco, Susanna, Ferrero e Giacomo, tutti soci del Motoclub Polizia ritorneranno a Livorno. "Dobbiamo ringraziare la Questura che ci ha supportati - conclude Lucia Casadio - e tanti cittadini.

E la Misericordia di Rosignano che ci ha consegnato altro materiale". Intanto Stefano del Vivo, governatore della Misericordia Sud Antignano ha ricordato l’impegno per l’Ucraina: "A breve un gruppo di nostri volontari partirà con un convoglio di aiuti umanitari diretto in Polonia".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?