La struttura storica: lo stadio Ernesto Solvay si trova nel cuore di Rosignano
La struttura storica: lo stadio Ernesto Solvay si trova nel cuore di Rosignano

Rosignano (Livorno), 16 settembre 2020 - Lo stadio comunale Ernesto Solvay è assegnato in concessione per 10 anni al Solvay Rosignano, la società nata due anni fa e che è neopromossa in seconda categoria. L’esito del bando è stato comunicato ieri mattina a palazzo civico dalla commissione che ha valutato i requisiti dei partecipanti. I concorrenti erano tre: oltre al Solvay Rosignano (che la scorsa stagione si chiamava New Rosignano) c’erano il Rosignano Sei Rose che aveva fino al 31 agosto la gestione della struttura e il Castiglioncello che allo stadio Solvay gioca le gare interne. In base alla sommatoria dei punteggi il Solvay ha ottenuto 70 punti, il Sei Rose 65, il Castiglioncello 56. I punteggi finali sono la somma di due offerte. La prima era di natura tecnica e prevedeva il progetto complessivo di gestione e il progetto di migliorìe della struttura, oltre alla anzianità di attività e altri requisiti.

Per questa offerta il Sei Rose era in vantaggio con 52 punti seguito dal Solvay con 50 punti e dal Castiglioncello con 47 punti. Poi sono state aperte le buste delle offerte economiche: il Solvay ha presentato un’offerta di canone annuo di 4600 euro più Iva, il Sei Rose 3.050 euro annue più Iva, il Castiglioncello 2100 euro più Iva. Questi dati hanno determinato un punteggio che è di 20 punti per il Solvay, 13 punti per il Sei Rose e 9 punti per il Castiglioncello. Sommando i due punteggi è stata data lettura della classifica finale che sancisce l’assegnazione dello stadio al Solvay Rosignano. L’iter ora prevede una delibera comunale di assegnazione provvisoria ai vincitori in attesa della verifica di tutti i requisiti.

Espletato anche questo atto si arriverà alla delibera di assegnazione definitiva. Difficile stabilire i tempi anche se i dirigenti comunali hanno evidenziato che faranno presto perché la stagione calcistica è già iniziata. La lettura dei risultati è stata data da Simona Repole dirigente del settore servizi alla persona, Luano Casalini responsabile Unità operativa sociale e Veronica Rummolo della Unità operativa sociale. Ultimata l’assegnazione (previa la verifica dei requisiti) si apre un problema di non poco conto. Le tre società interessate hanno altrettante squadre maggiori che giocano alla domenica: Solvay e Sei Rose in seconda categoria, il Castiglioncello in Promozione. Considerando l’alternanza delle gare di campionato, allo stadio ne giocheranno soltanto due perché non sono previsti anticipi fissi al sabato. Il Solvay ha vinto il bando e quindi una tra Castiglioncello e Sei Rose dovrà quindi reperire un altro campo per le gare ufficiali.
e.sa.