I volontari al lavoro nel giardino delle Terme del Corallo
I volontari al lavoro nel giardino delle Terme del Corallo

Livorno, 14 aprile 2019 - Inizio con il botto per le attività legate al patto di collaborazione firmato con il Comune da Reset Livorno e la onlus Terme del Corallo. Ieri, nella prima di due giornate da dedicare alla pulizia straordinaria del giardino, si è registrato un boom di presenze. Tanto, che a seguito della grande partecipazione – si sa, il gigante liberty è nel cuore di moltissimi – il giardino delle Terme in poche ore è tornato in perfetto ordine. Ecco perché, nella giornata di oggi e in via del tutto eccezionale, dalle 9 alle 19 l’ingresso del Corallo sarà aperto a tutta la cittadinanza. Si entrerà dal cancello principale sotto il cavalcaferrovia, a gruppi di massimo 50 persone alla volta. L’architetto e storico Corrado La Fauci sarà a disposizione per illustrare lo stile Liberty del plesso monumentale (alle 10 e alle 15). L’operazione chiamata ‘La grande pulizia’ proseguirà comunque anche nella giornata di oggi. Ma si concentrerà – sempre dalle 9 alle 19 – nel parco adiacente le Terme.

Le idee non mancano e presto diverranno realtà. «Come onlus siamo nati per salvare questo sito e aiutarlo a tornare ad essere luogo di incontro, restituendogli dignità – ha detto Silvia Menicagli, presidente della onlus Terme del Corallo – . La nostra parte sarà quella della divulgazione, per tutto ciò che è di importanza storica e culturale. Quest’area può essere anche un volano turistico, il calendario infatti è ricco di incontri e di curiosità da svelare, con musica e presentazione di libri. Quest’anno vorrei che fosse per Livorno l’anno del liberty, sarà infatti anche il tema per Harborea. Questo luogo può essere anche un laboratorio per la città ma anche per i bambini, da portare con le scuole per lezioni all’aperto, parlando di arte, architettura e urbanistica».

Buone notizie sul fronte sicurezza, visto che è stata registrata l’adesione al patto di collaborazione da parte del Corpo dei vigili giurati, che per 365 giorni l’anno 24 ore farà dei passaggi di controllo per segnalare eventuale presenza di estranei nel complesso. Il primo evento ad essere stato annunciato – dopo la maxi pulizia di questi giorni – è in programma per il 12 maggio: «Si tratta di un’iniziativa con l’associazione culturale La Livornina, che organizzerà alcune visite guidate con gruppi contingentati di 50 persone massimo», ha concluso Giuseppe Pera, presidente di Reset Livorno.