Quotidiano Nazionale logo
13 mar 2022

Ucciso in un terribile scontro

Piombino, trentottenne in moto perde la vita nell’incidente. L’auto guidata da un giovane di Follonica

Pavlo Lohvin 38 anni di Piombino
Pavlo Lohvin 38 anni di Piombino
Pavlo Lohvin 38 anni di Piombino

Uno schianto terribile. E’ morto così ieri mattina Pavlo Lohvin, 38 anni di Piombino

L’incidente è accaduto ieri mattina poco prima delle 11 sulla vecchia Aurelia in località Pappasole a poche centinaia di metri dal confine con il Comune di Follonica. L’urto è stato veramente forte, la moto sulla quale viaggiava Pavlo Lohvin, una Kawasaky Ninja, che percorreca la strada in direzione sud,si è scontrata con una Ford Fiesta bianca che proveniva in senso oppoisto.

Difficile capire il motivo dell’incidente: in quel tratto la vecchia Aurelia è diritta e la strada è piuttosto larga, inoltre non c’erano condizioni meteo avverse, anzi l’asfelto era asciutto e c’era un’ottima visibilità. Eppure i due mezzi si sono scontrati. I primi soccorritori si sono trovatio di fronte a una scena devastante: il corpo del motociclista sbalzato a metri di distanza e l’auto, con i segni del forte impatto, nella corsia di marcia opposta. Quindi sembrerebbe che la vettura abbia invaso la corsia della moto, ma saranno i rilievi eseguiti dalla polizia municipale di Piombino a cercare di fornire gli elementi utilio alla ricostruzione della dinamica, perché la posizione finale dei mezzi coinvolti non basta da sola a spiegare che cosa è successo. E’ stato allertato anche l’elisoccorso, ma purtroppo per il motociclista non c’era più niente da fare. Sotto shock invece l’autista dell’auto un giovane di Follonica. La strada è rimasta chiusa per i rilievi. Intervenuti anche i carabinieri.

Pavlo, Paolo per gli amici, era originario dell’Ucraina. Viveva da tempo a Piombino e lavorava come camionista in una ditta di prodotti ittici all’ingrosso. In città si era ben ambientato e inserito. Aveva costruito una famiglia. Lascia la moglie e un bambino di sei anni. Tantissimi i messaggi di cordoglio sul suo profilo social, sia da parte di amici ucraini che italiani. Pavlo aveva a Piombino anche la madre, praticamente aveva tutta la sua vita qui. Appassionato di pesca e di moto, ieri mattina era uscito per un giro con la sua Kawasaky.

Tutta la comunità ucraina si è stretta intorno alla famiglia, ma anche tantissimi amici italiani. Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo da parte della magistratura: verrà eseguita l’autopsia sul corpo del motociclista, mentre, come atto dovuto, l’autista dell’auto è stato sottoposto all’alcool test ai prelievi ematici per verificare l’eventuale presenza di stupefacenti. I mezzi coinvolti nell’incidente sono stati posti sotto sequestro.

m.p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?