Vandali in azione Il preside risponde all’imbrattatore

Migration

"Niente rancore, giusto perchè mi annoio". Questa scritta è apparsa sull’ingresso principale della sede dell’Itc Einaudi. Esemplare il messaggio e l’invito che il dirigente scolastico Carlo Maccanti ha rivolto all’imbrattatore. "Questa riflessione vuole soffermarsi sulla scritta che, forse ci dice cose interessanti. 1) Non è dentro scuola che ci si annoia: la noia vera sta fuori. 2) Ci si può sentire soli e annoiati anche quando si è in gruppo. Per questo scavalchi un cancello per “una bravata”, che forse, grazie a qualche like, può illuderti di aver dato un senso al tuo tempo. 3) E mentre butti là poche righe con una bomboletta, lassù sulla collina di viale Michelangelo, se solo ti voltassi potresti accorgerti che alle tue spalle la luna, si specchia sul porticciolo di Salivoli e disegna i contorni dell’Elba. E tutto questo trasuda bellezza e poesia. Da ammirare e toglierti il fiato. Quindi “niente rancore” neanche da parte mia, ma solo tanta amarezza per questo bersaglio mancato, per il tuo sguardo assuefatto su una vita che non ti toglie la possibilità di meravigliarti ancora, se solo riesci a volgere lo sguardo al di sopra delle tue spalle giovani e annoiate. Coi ragazzi del Liceo Artistico faremo anche “Street Art”. Che ne dici?".