Quotidiano Nazionale logo
15 gen 2022

"Villamarina, basta con i giochetti"

Piombino, l’assessore alla sanità Carla Bezzini vuole l’apertura di un tavolo di confronto sull’ospedale

L’assessore Carla Bezzini
L’assessore Carla Bezzini
L’assessore Carla Bezzini

"La situazione del pronto soccorso di Piombino e, più in generale, del nostro ospedale è critica". Così Carla Bezzini, assessore alla sanità del Comune di Piombino. "Dopo quasi due anni di emergenza sanitaria, l’Asl dovrebbe essere in grado di conciliare le necessità dettate dalla pandemia con i servizi essenziali che il nostro ospedale dovrebbe offrire ai cittadini – dice Bezzini – invece, per stessa ammissione dell’azienda sanitaria, la programmazione ordinaria è stata ridotta fino al 40% per far fronte al Covid nonostante a Piombino non sia neanche presente un reparto dedicato. Purtroppo, la carenza di personale medico e infermieristico è una condizione da tempo consolidata e molto preoccupante peggiorata anche dalla necessità di supportare la struttura elbana rendendo impossibile coprire adeguatamente i turni a Piombino. D’altronde è comprensibile che il personale preferisca altre strutture visto che gli investimenti previsti a Villamarina sono tuttora solamente sulla carta". "È inoltre evidente – sostiene Bezzini – che la soluzione dell’ospedale unico di rete non ha fatto altro che impoverire l’offerta di Piombino. Le conseguenze di tutto ciò vanno inevitabilmente a scapito dei cittadini che, per poter fronteggiare anche una necessità minima, sono costretti a spostarsi o a ricorrere alle strutture private. La condizione in cui ci troviamo oggi è la diretta conseguenza di una riforma scellerata voluta dalla Regione Toscana e da una complicata gestione territoriale in una struttura che ha messo insieme due territori diversi e scollegati, senza una preventiva programmazione per adeguare personale e strutture. Politiche fallimentari e gestioni che navigano a vista hanno portato il nostro ospedale a impoverirsi sempre più. Abbiamo portato ancora una volta il problema ai tavoli della Società della salute Valli Etrusche" "È necessario ripensare il modello di ospedale unico– sostiene l’assessore – pensare a una eventuale nuova configurazione, trovare soluzioni concrete e a lungo termine ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?