Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Piombino, morde sul viso l'ex compagna: arrestato 27enne già denunciato per aggressione

All'uomo era stato vietato di avvicinarsi all'ex compagna a causa delle violenze domestiche perpetrate nel tempo

featured image
Intervenuti i carabinieri

Piombino (Livorno), 26 aprile 2022 - L'ennesima storia malata di violenza ai danni delle donne. Nella serata di venerdì 22 aprile, i carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, un italiano di 27 anni, con precedenti di polizia, per lesioni aggravate, violazione del provvedimento del divieto di avvicinamento alla ex compagna, violenza e resistenza a pubblico ufficiale a Piombino.

L’uomo, che già in passato aveva manifestato nei confronti della donna atteggiamenti aggressivi, sfociati in soprusi e violenze fisiche per via della sua ossessiva gelosia, spesso amplificata dall’uso di alcolici, dopo un periodo di relativa calma, dovuta alla nascita del figlio, ha ripreso il suo comportamento aggressivo spingendo la compagna a denunciarlo alla stazione dei carabinieri di Piombino per maltrattamenti in famiglia. 

Nonostante la donna si sia allontanata dall’abitazione rifugiandosi dai parenti, l’uomo ha proseguito con i suoi propositi violenti, tanto da spingere il giudice, all’inizio del mese di marzo, ad emettere nei suoi confronti la misura cautelare che gli ha impedito l'avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna e l'obbligo di indossare il "braccialetto elettronico" o antistalking.

Nella serata di venerdì, la pattuglia mobile della compagnia carabinieri di Piombino è intervenuta, grazie alla segnalazione dalla centrale operativa, in una via del centro cittadino a seguito dell'allert lanciato dal braccialetto elettronico del 27enne che aveva violato le misure cautelari imposte avvicinandosi troppo alla donna. Gli agenti intervenuti sul posto hanno accertato che l'uomo ha seguito l'ex compagna fino al portone d'ingresso di un condominio dove la donna ha cercato riparo invano. Infatti, l'uomo dopo averla raggiunta, l'ha aggredita mordendole il naso.

L'uomo, fermato prontamente dai carabinieri, ha reagito cercando di spintonare gli agenti pur di raggiungere il suo scopo, a questo punto i militari lo hanno immobilizzato utilizzando lo spray urticante. L’uomo è stato arrestato per violenza aggravata, violazione del divieto di avvicinamento, violenza e resistenza a pubblico ufficiale ed è stato portato in carcere a Livorno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?