Giovani al mare ad Antignano
Giovani al mare ad Antignano

Livorno, 4 marzo 2021 - C'è il sole, ci avviciniamo alla bella stagione, voglia di mare, voglia di stare all'aria aperta. E' giusto, che male c'è? Giovani e meno giovani fanno bene ad approfittare di queste belle giornate per tornare a respirare, a vivere, dopo tanto tempo trascorso a combattere contro la pandemia. L'importante, però, è rispettare le regole del distanziamento e usare le mascherine: sono accorgimenti minimi che - è scientificamente provato - limitato di gran lunga il diffondersi del coronavirus.

Queste fotografie ci sono state inviate da alcuni lettori al nostro WhatsApp Telegrafo Livorno online 331.9087171.

Giovani al mare ad Antignano

L'immagine sopra è stata scattata da Susanna ad Antignano ieri pomeriggio. Come si può vedere, molti ragazzi si sono dati appuntamento tutti insieme. E hanno fatto bene, se non sltro perché a Livorno abbiamo anche la fortuna di poter godere di un mare stupendo e di location che tutti ci invidiano. Ma la nostra lettrice aggiunge alla fotografia questa riflessione: "Avere speso milioni e milioni per i banchi a rotelle, per dad e non dad... avere raggiunto centomila morti... è un paradosso poi vedere gruppoi di ragazzi così compressi senza protezione. Secondo me è un dovere civico testimoniarlo, anche perché se ci sono delle regole dovrebbero rispettarle tutti, non solo chi viene multato per un cliente in negozio. Altrimenti tutti questi sacrifici a cosa servono?".

Senza mascherine a Rosignano

Quest'altra foto qui sopra invece ci arriva da Rosignano. E' stata scattata sul lungomare alle ore 17 di oggi 4 marzo: "Praticamente tutti senza mascherine", fa notare il lettore.

In questi giorni stiamo ricevendo varie segnalazioni di questo tipo, al pari di chi invece sostiene che stando all'aria aperta, per giunta in riva al mare, non facilita il diffondersi del contagio. "L'aria aperta fa bene, quella che si respira al mare ancora di più - ci scrive Jury - Pensiamo a far rispettare le regole nei luoghi chiusi semmai, anche in certi uffici pubblici a volte, o nei centri commerciali con tanti negozi, dove il virus può circolare di sicuro più facilmente che sugli scogli".

Al netto del fatto che le regole di prevenzione vanno rispettate, il dibattito è aperto.