Quotidiano Nazionale logo
3 dic 2021

Wass, sciopero e pressing sul Governo

Livorno, il sindaco Salvetti ha incontrato i rappresentanti dei lavoratori. Timori per le prospettive dell’impianto

Il sindaco Luca Salvetti e l’assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini hanno incontrato ieri pomeriggio la Rsu di Leonardo, Wass. I segretari provinciali di Film, Fiom e Uilm hanno informato delle preoccupazioni rispetto alle prospettive dell’impianto di Livorno derivanti dalle ipotesi di cessione circolate in questi giorni e confermate anche da recenti dichiarazioni dell’amministratore delegato Profumo e hanno confermato lo sciopero nazionale del 6 dicembre. L’amministrazione ha chiesto al Governo e alla Regione di mettere in atto ogni iniziativa per salvaguardare, oltre all’occupazione, anche la qualità e la professionalità del sito di Livorno sottolineando il valore delle attività che vi si svolgono anche dal punto di vista della difesa del Paese. Dopo l’incontro di ieri sarà tenuto aperto un canale tra l’Amministrazione e le organizzazioni sindacali in modo da condividere iniziative a tutela del sito ex Wass. L’onorevole del Pd Andrea Romano: "Sono fiducioso che l’impegno già messo in campo dal Governo, in primis con il ministro Guerini in stretto contatto con il Presidente del Consiglio Draghi, si incrocerà con l’interesse manifestato da Fincantieri per l’acquisizione di OtoMelara e Wass. Sarebbe la soluzione migliore per tutelare investimenti, know how e livelli occupazionali di due preziose realtà industriali italiane".Si fanno sempre più insistenti le voci secondo le quali l’interesse già dimostrato dal gruppo Fincantieri verso Wass e Oto-Melara abbia buon esito. Questo per garantire il loro passaggio dal Gruppo Leonardo (che sta trattando la cessione dei due ‘gioielli di famiglia’, ndr) a Fincantieri e tutela non solo dell’italianita’ dell’operazione, ma anche a salvaguardia del know how e dell’occupazione". Il Sottosegretario di Stato alla Difesa, Stefania Pucciarelli fa suonare un campanello d’allarme: "Le dichiarazioni dell’amministratore delegato del Gruppo Leonardo, Alessandro Profumo, sulla vendita delle due controllate Wass di Livorno e Oto Melara di La Spezia, sembrano introdurre ambiguità e dissonanze tra i diversi aspetti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?