Gusto toscano
Gusto toscano

Livorno, 7 ottobre 2019 - La qualità del Made in Tuscany in vetrina. Anzi, sotto la luce dei riflettori della cronaca. Per raccontare un universo sconfinato fatto di professionisti artigiani che ogni giorno si impegnano con passione a rappresentare il meglio del ‘Gusto Toscano’. Si chiama proprio così il gioco promosso da La Nazione e Cna Toscana e rivolto alle imprese dell’agroalimentare regionale. Aziende che hanno l’ambizione di rappresentare la ‘toscanità’ nel prodotto offerto e nel garbo verso la clientela. Sono due categorie artigiane che possono partecipare alla sfida. Categoria salato : forni e panetterie; pastifici artigianali; pizzerie artigianali (al taglio, da asporto, al tavolo); salumerie, macellerie, norcinerie; altri produttori di alimenti di origine animale e vegetale; ristoranti e trattorie con prodotti locali; frantoi; caseifici. Categoria dolce : pasticcerie artigianali, biscottifici, cioccolaterie; gelaterie artigianali; torrefazioni; produzioni di miele; mulini artigianali; produzioni artigianali di the e bevande.

OGNI giorno La Nazione pubblicherà sulle pagine di ciascuna delle dieci edizioni regionali (ovvero Firenze, Empoli, Pisa-Pontedera, Pistoia-Montecatini, Lucca, Viareggio, Grosseto-Livorno, Siena, Arezzo e Massa Carrara) un tagliando attraverso il quale i lettori potranno votare il proprio artigiano del ‘Gusto Toscano’ preferito. Sulle pagine del giornale poi saranno raccontati quotidianamente i protagonisti della sfida attraverso la pubblicazione di una serie di interviste. Ogni settimana poi saranno pubblicate le classifiche provvisorie in base ai coupon giunti nelle redazioni de La Nazione o nelle sedi locali di Cna attraverso la posta o la consegna a mano. Naturalmente anche i lettori avranno un ruolo chiave prendendo parte attiva al gioco. «Gusto Toscano – spiega la direttrice de La Nazione Agnese Pini – rappresenta una grande occasione per raccontare le tante sfaccettature del made in Tuscany . La Nazione, in ogni sua edizione toscana, punterà l’attenzione sulla qualità artigiana nel comparto dell’agroalimentare e su tutti quegli imprenditori che portano avanti con passione un mestiere che rappresenta anche un servizio alla cittadinanza. Ringrazio Cna che ha voluto condividere con noi questo story telling della nostra Toscana». «Dobbiamo riportare l’artigianato regionale – afferma il presidente di Cna Toscana Andrea Di Benedetto – nel posto che gli compete nell’immaginario, adeguato al peso che ha nella nostra economia. Siamo molto felici di collaborare con La Nazione per raccontare chi, con le mani e soprattutto con il cuore, incarna il Made in Tuscany ». «Questo contest – dice il direttore di Cna Toscana Nicola Tosi – si inserisce in progetto più ampio di valorizzazione dell’intera filiera alimentare che parte dalla consapevolezza che il Made in Tuscany rappresenti un valore aggiunto per la nostra economia e una delle chiavi per il suo rilancio».

IL GIOCO sarà distinto per la provincia di Grosseto e per quella di Livorno (le graduatorie, insomma, saranno una per provincia) e chi volesse partecipare può inviare fin da ora una mail all’indirizzo cronaca.grosseto@lanazione.net oppure cronaca.livorno@lanazione.net