La festa di Ferrari
La festa di Ferrari

Piombino (Livorno), 10 giugno 2019 - Clamoroso a Piombino, dove dopo l'ottimo risultato del primo turno, il centrodestra strappa il comune al centrosinistra per la prima volta nella storia repubblicana. L'artefice di tutto è un avvocato piombinese, Francesco Ferrari, che ha convinto gli elettori fino appunto al trionfo. Scandito dagli applausi nella sua sede elettorale, dove in tanti si erano radunati.

"Una gioia profonda - scrive Ferrari su Facebook - che è frutto della passione e della dedizione di tantissimi cittadini. Questo successo è figlio di tutti i piombinesi che hanno voluto riscrivere con noi il proprio futuro. Aver interpretato in maniera così completa il desiderio diffuso di cambiamento significa che siamo stati fin da subito in sintonia non con la pancia degli elettori ma con il loro cervello. Dirò di più: con il loro cuore".

Spazzato via dunque il centrosinistra di Anna Tempestini. Al ballottaggio in pratica Ferrari "doppia" la Tempestini con il 64.3% delle preferenze contro il 35.7% dell'avversaria. Ferrari, in piedi su una sedia davanti alla sua sede elettorale, ha festeggiato stappando una bottiglia. "E' la vittoria di tutti noi", il grido che si leva dal gruppo. "Abbiamo preso ancora più voti del 26 maggio. Vuol dire che Piombino ha scelto noi come forza di cambiamento", ha detto Ferrari.

Che poi ha concluso con un "Da domani tutti al lavoro": e dalle prossime ore davvero per Piombino inizia un'altra storia. Area industriale, che ha visto un passato glorioso con le sue acciaierie, Piombino ha conosciuto una crisi industriale epocale in questi anni. Adesso volta pagina.