L'allenatore Andreazza
L'allenatore Andreazza

Piombino, 11 luglio 2019 - Acque movimentate in casa Solbat, dove, continua sottotraccia il lavoro del diesse Alessandro Cecchetti per allestire il roster del Basket Golfo Piombino che prenderà parte al prossimo campionato di serie B. In attesa di capire il girone dei gialloblù e i rispettivi avversari (il tutto dovrebbe essere definito il 16 luglio nel consiglio federale), lo staff dirigenziale della Solbat sta ultimando l’ingaggio delle tre pedine richieste da coach Marco Andreazza.

Ricordiamo che rispetto allo scorso anno, nelle fila dei piombinesi, non ci sarà più Francesco Fratto accasatosi a Fabriano; da valutare, poi, nelle prossime ore, le situazioni di Saverio Mazzantini, Edoardo Pedroni e Yuri Bazzano.

“In questo momento non ci sono ufficialità – ci dice proprio Andreazza -, ma stiamo definendo alcune operazioni di mercato. Noi cerchiamo tre giocatori in grado di poter recitare un ruolo da titolare a Piombino; una guardia, un’ala piccola ed un’ala forte. Siamo in attesa, poi, di capire le scelte che verranno fatte da alcuni dei nostri ragazzi; Pedroni, ad esempio, dovrà scegliere se restare a Piombino non partendo in quintetto senza dimenticare anche la situazione di Tommaso Molteni”.

Il mercato del Golfo, dunque, sta veramente per entrare nel vivo; nelle settimane precedenti, erano stati accostati a Piombino diversi profili di giocatori importanti per la categoria, come Marco Planezio e Nicolas Morici, finiti rispettivamente a Cesena e Cento. L’ultimo in ordine di tempo, comunque, era stato quello di Giorgio Artioli, livornese ex Trapani, che, però, ha firmato qualche giorno fa a Piacenza.

Nel frattempo, le papabili avversarie dei gialloblù sono presenti attivamente sul mercato; le due lombarde Pavia e Vigevano hanno già completato i loro roster, con la prima che sembra voler candidarsi a recitare un ruolo da protagonista nel torneo, mentre Omegna ha risolto solo in questi giorni la questione legata alla panchina, sulla quale siederà Salvemini (San Severo).

Scatenata anche Lucca, che dopo l’ufficializzazione dell’acquisto del titolo sportivo di Tiber Roma, ha messo nel mirino il duo fiorentino composto da Berti e Banti; a Firenze, invece, la fusione completata tra le due realtà, sembra, comunque, aver rallentato l’allestimento della squadra che, comunque, sarà costruita sul roster che ha contribuito alla vittoria della C Gold Regionale.

Intanto, il 16 luglio è attesa da parte della FIP, sulla suddivisione dei 4 gironi della serie B; quel che fino a poche settimane fa sembrava scontato e, quindi, la riconferma di Piombino (e di Cecina) nel girone A con lombarde e piemontese, adesso, appare in forte dubbio. Negli uffici della lega, infatti, sta prendendo sempre più piede l’ipotesi di una nuova suddivisione, che vedrebbe le toscane sempre nell’A ma con emiliane e piemontesi. Da non scartare, infine, anche la possibilità di una clamorosa partecipazione nel girone delle tre squadre siciliane (Palermo, Catania e Costa d’Orlando), che potrebbero prendere il posto delle formazioni emiliane e romagnole.

Francesco Massei