Roberto Breda
Roberto Breda

Livorno, 12 agosto 2019 - Dopo la pessima figura contro il Carpi al 'Picchi' (0-1), costata l'eliminazione dalla Coppa Italia, il Livorno deve raccogliere i cocci, fare un esame di coscienza e lavorare a testa bassa in vista della prima di campionato del 24 agosto in trasferta contro l'Entella Chiavari.

"Dobbiamo vedere ancora tante cose – ha detto mister Breda –. Nel primo tempo siamo stati lenti di pensiero e nel muovere la palla: non dobbiamo pensare di essere bravi, ma rimboccarci le maniche e affrontare le partite con lo spirito che ci ha contraddistinto nella passata stagione. Il Carpi è retrocesso dalla B e aveva voglia di far bene: noi non possiamo permetterci di non avere questa voglia di rivalsa, dovevamo attaccare e pareggiare. In cosa migliorare? Velocità di pensiero e palleggio. Dobbiamo essere noi i padroni del gioco e dettare i tempi, ma ho visto qualche giocatore che ha pensato soltanto al compitino. Servono sacrificio e intensità. Uscire di scena tra i fischi è frutto della prestazione. La gente riesci a portarla allo stadio attraverso gioco e risultati. Il mercato? Quel che serve è chiaro a tutti, ma non dev’essere un alibi: penso al gruppo".

Il Livorno avrebbe avviato i contatti con il Bologna per arrivare a Falletti, il fantasista uruguaiano da tempo nel mirino. L'affare potrebbe chiudersi con un prestito, da definire la quota di ingaggio a carico dei due club.