Amelia dà indicazioni a Castellano
Amelia dà indicazioni a Castellano

Il Livorno non ha più niente da perdere e per questo motivo a Busto Arsizio dovrà scendere in campo con l’atteggiamento di chi vuole portare a casa i tre punti. Costi quel che costi. Nessun calcolo, nessuna tattica, ma una grande carica agonistica che deve risultare ben superiore alla forza della Pro Patria. Servirà una prova mostruosa per continuare a sperare.

A presentare la partita è il mister Marco Amelia. "Neri purtroppo non è disponibile - spiega il tecnico -, messo in quarantena dall’Asl. Per me lui è tra i migliori portieri del campionato, ma Stancampiano ha l’esperienza per capire le situazioni e poi c’è Paci che è un ragazzetto di 17 anni molto interessante. Mazzarani invece ha una bella ferita sulla tibia: vuole esserci, ma va valutato fino all’ultimo perché non è un taglietto. Mi basta la sua disponibilità, mi fa molto piacere, ma non sarà semplice metterlo in campo. Per il resto stiamo bene anche mentalmente, affrontiamo una squadra forte e dobbiamo farci trovare pronti".

"Abbiamo preparato dal punto di vista mentale e fisico, più che tattico - aggiunge Amelia -, poi dovremo stare attenti al loro gioco, alle loro ripartenze con i due attaccanti veloci, ma la nostra fase difensiva non consente contropiedi. Dal punta di vista psicologico è difficile, poi sappiamo cosa dobbiamo fare a livello tattico. Prepariamo la partita per creare tante occasioni, quindi dobbiamo essere cinici e lucidi per fare più gol possibili. L’imprecisione può essere frutto anche della stanchezza, sappiamo che con la Pro Patria le occasioni non saranno tante e dovremo essere cinici per sfruttarle".

Fuori Bussaglia, Mazzarani in dubbio: il centrocampo sembra da ridisegnare. "Castellano è cresciuto molto - prosegue il tecnico amaranto - in termini di personalità, fisici e come idee di gioco. È normale che, viste le problematiche, dovremo capire come impostare la gara. In campo andrà chi mi dimostra con i fatti che vuole salvarsi a tutti i costi. Buglio è a disposizione come tutti gli altri: in base alla strategia di gara, sceglierò i due ai fianchi di Castellano".

Probabile chance per Evan’s, che "Sta molto bene - continua Amelia -, ha lavorato benissimo e potrei valutare un minutaggio maggiore. Lui non si deve gestire ma giocare ad altissima intensità per fare la differenza".

La Pro Patria è una bella squadra, ma Amelia crede nelle qualità dei ragazzi amaranto: "Vedremo primi minuti di gara che Pro Patria sarà. Sono matematicamente ai playoff, mi auguro che abbiano un calo di tensione. Dovremo capire in base a chi schiereranno come interpreteranno la gara. Sappiamo come giocano, bisogna leggere le situazioni, cercando spazi per andare a rete".

Il destino del Livorno è appeso a un filo, inevitabile chiedersi se la squadra sia serena per affrontare questi ultimi 180 minuti della regular season. "La tranquillità ce la dà il lavoro settimanale - conclude Amelia -: vedere i ragazzi vogliosi, andare al massimo, mi fa stare sereno per le partite che andiamo ad affrontare. Dopo la sconfitta con il Como c’era dispiacere, ma so di avere di una squadra matura e vogliamo meritarci altri 90’ per giocarci la salvezza. Affronteremo al meglio questa sfida cercando di mettere in difficoltà l’avversario".

Probabile formazione del Livorno (3-5-2): Stancampiano; Marie Sainte, Blondett, Sosa; Parisi, Buglio, Castellano, Haoudi, Gemignani; Dubickas, Braken. A disp. Paci, Deverlan, Evan’s, Di Giovanni, Bobb, Mazzarani, Pallecchi, Caia, Canessa, Bueno. All.: Amelia.