Livorno, 20 marzo 2018 - Il Livorno batte il Siena (1-0, Valiani al 48') e scavalcandolo in classifica si riporta al comando del girone A della Serie C.

Primo tempo - Le due squadre partono a gran ritmo. Tanta intensità e tanto pressing da parte del Livorno, che Foschi ridisegna con un iniziale 4-3-3. Dopo 3' viene annullato un gol a Vantaggiato, pescato in fuorigioco, ma al 12' il Siena risponde con Gerli da fuori: Mazzoni devia in corner. Le due formazioni si affrontato senza alcun timore, ma si vede che 'sentono' molto la partita che ha un'alta posta in palio. Il Siena è ben organizzato a cetnrocampo, si tiene alto e porta talvolta fuori posizione i due difensori centrali del Livorno (Gonnelli e Pirrello) rendendosi pericoloso. Il Livorno ha addosso le scorie della 'rivoluzione' appena compiuta, ma appare comunque più vivace e volenteroso. Ispirati da Valiani, gli amaranto sfiorano il gol con Vantaggiato (13', esterno rete) e con Murilo (27', tiro deviato in angolo). Non ancora al massimo della condizione Maiorino, che spreca una punizione dal limite al 18', ma che si rifarà nella ripresa con un assist decisivo. Si va al riposo con le reti inviolate e quattro ammoniti (Vantaggiato nel Livorno; Santini, Marotta e Vassallo nel Siena).

Secondo tempo - Al 48' il Livorno passa. Fa tutto Valiani, che si porta avanti la palla servitagli da Murilo, la scambia con Maiorino che a sua volta gliela restituisce con un rasoterra a centro area. Valiani è lì nel mezzo, piomba come un falco e brucia la difesa senese insaccando sotto la Curva Nord. Un gran gol, un esempio di intesa, di squadra e di classe. Al 63' è Pane a salvare in due tempi su Vantaggiato la porta del Siena, che però non si demoralizza e tiene alta la testa. Foschi cambia a centrocampo: fuori Giandonato e dentro Bruno, poi cambia anche davanti inserendo Doumbia per Murilo. Il Siena fa gioco, o almeno ci prova; gli amaranto fanno un po' fatica a contenere. Al 77' altri tre cambi obbligati per il Livorno: i crampi mettono fuori causa Franco, Pirrello e Maiorino, al loro posto Bresciani, Borghese e Perez. Sofferenza amaranto negli ultimi dieci minuti, qualche brivido, ma la linea non si sfilaccia. All'86' Bresciani avrebbe addirittura l'opportunità di chiudere la partita, ma calcia fiacco e Pane para a terra. Ma il Livorno sa gestire bene la sofferenza e non cede alle ultime pressioni del Siena. Il gol di Valiani suggella un successo che per gli amaranto vale il sorpasso e la riconquista dello scettro al comando della classifica.