Alessandro Dal Canto
Alessandro Dal Canto

Crema (Cremona), 28 febbraio 2021 - Il Livorno fa 13, ma sconfitte. L'ultima della serie (1-0) arriva per mano di una squadra che si chiama Pergolettese e che sale sugli scudi con un gol paradigmatico della stagione amaranto: la palla arriva in area, la difesa è ferma ancorata, Scardina svetta su Sosa e la butta dentro. Fine delle trasmissioni.

Il Livorno si è impegnato, sì, come al solito. Ma ormai consolida la sua cronica incapacità a tirare nello specchio della porta, a rendersi pericoloso come dovrebbe (servono i gol, non solo il bel gioco), a chiudere bene sugli affondi avversari. Dal Canto recupera Mazzarani ed Evan's che però non sono al meglio e si capisce. Davanti si affida a Dubickas che avrebbe anche buoni numeri, ma riceve palloni pari più o meno a zero.

E' proprio Dubickas a essere il più pericoloso nel Livorno: nel primo tempo calcia di poco sul fondo dopo una bella scorribanda e nel finale di partita manda la palla di poco sull'esterno della rete divorandosi il gol del pareggio. Va detto, a onor del vero, che la Pergolettese aveva anche centrato una traversa nel primo tempo e che aveva già sfiorato il vantaggio con Varas e Ferrari.

Note positive? Difficile trovarne, ormai. Il giovanissimo Neri, chiamato a sostituire Stancampiano fra i pali, si è reso protagonista di due interventi decisivi,impedendo un'ulteriore umiliazione al resto di una squadra troppo evanescente e in confusione. Il Livorno è ultimo, signori. Ultimo. E incombe un'ulteriore penalizzazione. Altro da dire? Fate voi.

Alessandro Antico