Giannetti in azione a Crotone
Giannetti in azione a Crotone

Crotone, 3 febbraio 2019 - Il Livorno pareggia 1-1 a Crotone. Amaranto subito in partita e in vantaggio dopo 5'. Su cross di Diamanti, Spolli non controlla e tocca in autogol la palla indirizzata da Giannetti verso la rete. Il Livorno parte tonico, presente in ogni zona del campo ed è lucido anche mentalmente. I giocatori mostrano di aver bene assimilato schemi e filosofia di Breda, che parte senza schierare alcuno dei nuovi arrivi. La reazione del Crotone non si fa attendere, ma gli amaranto sono attenti e compatti. Funziona Luci a fare da cerniera, bene Agazzi, con Valiani e Diamanti che tengono alta la squadra lasciando Murilo e Giannetti davanti.

Ma non dura. Al 29' la pressione e la fortuna premiano il Crotone. Bogdan rinvia ma respinge addosso a Di Gennaro; la palla finisce sui piedi di Simi che spara in rete come se fosse un rigore. Il Livorno soffre la spinta dei calabresi. Malasorte a parte, la squadra amaranto rallenta, arretra, ha difficoltà a uscire dalla propria metà campo e finire con il lasciare l'iniziativa agli uomini di Stroppa.

Al 40' Diamanti sfiora il nuovo vantaggio ma il suo mancino col giro finisce sul fondo davvero d'un soffio. La ripresa comincia con Kupisz al posto di Murilo: chiara l'intenzione di sfruttare di piú le linee esterne da parte di Breda. Diamanti si avvicina a Giannetti per vedere meglio la porta, nel tentativo di tenere piú bassi i padroni di casa.

L'iniziativa però resta in mano al Crotone, che insiste con la velocità e si sposta avanti in massa. Difficile per il Livorno trovare spazi e profondità, cosí Breda prova anche la carta Salzano al posto di Valiani. Dieci minuti più tardi è la volta di Eguelfi per Gasbarro. Il ritmo amaranto riacquista un po' di consistenza. Giannetti si vede smanacciare da Cordaz un tiro ravvicinato. Nell'ultimo quarto d'ora c'è più Livorno che Crotone, ma il risultato non cambia: finisce 1-1, un pari che lascia un po' più di ottimismo a Breda che a Stroppa.