Quotidiano Nazionale logo
6 mar 2022

Livorno, il toto allenatori dopo il clamoroso addio di Buglio

Le dimissioni del tecnico dopo la sconfitta con il Fratres Perignano

filippo ciapini
Sport
Francesco Buglio si è dimesso dopo la sconfitta con il Perignano
Francesco Buglio si è dimesso dopo la sconfitta con il Perignano

Livorno, 7 marzo 2022 - "Non abbiamo mai giocato in queste quattro partite, le altre ci mettono in difficoltà. Più di dieci secondi non ce l’abbiamo mai, quando una squadra rincorre alla fine perde. Se non cambiamo e decidiamo di tenere palla noi è finita". Con queste parole Andrea Luci ha analizzato la bruciante sconfitta dell’US Livorno contro il Fratres Perignano. Lo zero a uno non ha soltanto aperto a una crisi (di gioco e di risultati), ma soprattutto ha portato a una clamorosa e inaspettata svolta. L’allenatore degli amaranto Francesco Buglio, nel corso della serata di sabato, ha rassegnato le proprio dimissioni abbandonando così l’incarico di tecnico della prima squadra.

Tanta, troppa confusione quella vista in queste ultime uscite. Tre moduli cambiati in altrettanti match. Prima il 4-3-1-2 contro il Picchi, poi il 4-2-3-1 a Cenaia e infine il 4-3-3 contro il Perignano. La costante però è sempre stata la solita. Una squadra spenta e che non girava, quasi ‘costretta’ a fare il compitino. Inoltre poi, un amore mai sbocciato con i tifosi amaranto. Spesso contestato, i supporters amaranto hanno fortemente chiesto a gran voce che venisse mandato via. A comunicare le dimissioni è stata proprio la società sui propri canali ufficiali.

Si apre così il toto allenatori. Già in mattinata il presidente Paolo Toccafondi si è recato allo stadio Picchi per un summit con dirigenti e sindaco per profilare quale potessero essere i nomi più adatti a gestire quella che, in questo momento, è una Ferrari con qualche problemuccio al motore. L’ex Pro Livorno Sorgenti Matteo Niccolai, per quanto potesse essere la persona più adatta, è stato scartato perché impossibilitato a causa di alcune regole della Federazione. La società amaranto vorrebbe una persona di spessore e di caratura, che conosca molto bene le dinamiche della piazza. Insomma, un top. Ecco quindi che spunta il nome di Richard Vanigli, attuale vice di Lucarelli a Terni, e di Stefano Brondi, direttore tecnico della Pro Livorno Sorgenti. Altro nome tanto interessante, quanto clamoroso, sarebbe quello di Alessandro Dal Canto. L’ex tecnico amaranto è stimato dalla città e tornerebbe a Livorno per riaprire un cerchio che, in tempi non sospetti, si era chiuso davvero male.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?