Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
1 giu 2022

Angelini: "Ci giochiamo tutto, dobbiamo uscire dal tunnel"

L’allenatore del Livorno prepara la sfida di domenica con il Maccarese. "Non ci sono scuse, ora ci vuole una prova maiuscola di tutta la squadra"

1 giu 2022
filippo ciapini
Sport
Il tecnico Giuseppe Angelini
Il tecnico Giuseppe Angelini
Il tecnico Giuseppe Angelini
Il tecnico Giuseppe Angelini

Livorno, 2 giugno 2022 - Non importa come e in che maniera, basta raggiungere la Serie D. Questo è quello che mister Giuseppe Angelini ha detto dopo la sfida pareggiata contro la W3 Maccarese. Seppur il risultato, sulla carta, può risultare positivo ciò che preoccupa sono le condizioni in cui gli amaranto hanno affrontato la sfida di Tivoli. La squadra infatti è apparsa senza idee di gioco, paurosa e atleticamente fuori forma. Inoltre i due gol dei padroni di casa sono frutto di un’incertezza del portiere Pulidori e di una disastrosa distrazione delle retroguardia. Chiari segnali insomma che i meccanismi di squadra non stanno funzionando a dovere. Al momento sono poche le certezze dell’US Livorno. Lorenzo Pecchia, classe 2002, al momento è intoccabile negli undici titolari e partita dopo partita mostra segni di miglioramento. Il duttile centrocampista è stato impiegato anche come terzino destro e come esterno di attacco non sfigurando, anzi. L’altra ovviamente è rappresentata da Daniele Vantaggiato che, rigore sbagliato a parte, è davvero il trascinatore di questa squadra. Vice capocannoniere del campionato nonostante le poche presenze causa squalifica, miglior marcatore della poule promozione e anche in questi spareggi Nazionali non ha fatto marcare il suo timbro. E poi c’è Giuseppe Torromino. La sua stagione è stata falcidiata dagli infortuni muscolari, ma appena rientrato ha subito dimostrato le sue qualità da fuori categoria facendo la differenza contro il Figline.

L’espulsione scellerata nella stessa partita poi lo ha tenuto fuori per quattro giornate ma al rientro in campo ha dimostrato quanto, insieme al Toro di Brindisi, le sue giocate sono fondamentali per conquistare la Serie D. Ecco, questi tre sono gli unici calciatori che al momento si salvano, tutti gli altri, seppur anche’essi fuori categoria, dovranno alzare l’asticella.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?