Livorno-Hellas Verona (foto Novi)
Livorno-Hellas Verona (foto Novi)

Livorno, 22 dicembre 2018 - Il Livorno si regala un buon Natale pareggiando 0-0 in casa con il Verona. Un pari che va decisamente stretto agli amaranto di Breda.

Bel primo tempo, con le due due squadre che non mettono affatto in evidenza il divario in classifica. Anzi, il Livorno sfodera sicurezza, gioca in velocità, crea azioni su azioni con Valiani e Diamanti. Talvolta si scopre e rischia, certo, ma si rende pericoloso spesso nel corso dei primi 45'.

All'11' gli amaranto vorrebbero il cartellino rosso per il portiere del Verona, Silvestri, che in uscita disperata atterra Murilo involato al limite laterale dell'area di rigore, ma per l'estremo difensore veneto c'è solo l'ammonizione. Poi è Gasbarro a sfiorare il vantaggio, sbagliando l'ultimo passo di un dribbling che lo aveva portato fino al limite dei sedici metri.

Diamanti lambisce il palo con un sinistro da fuori area, ma poi alla mezz'ora incappa in un'ammonizione per proteste che gli costerà la squalifica in vista della trasferta a Carpi mercoledì.

E' in ogni caso un bel Livorno, coraggioso, tenace, di carattere, quello che inchioda l'Hellas sullo 0-0 fino al riposo.

Nella ripresa il copione non cambia. Livorno garibaldino, Verona sornione. Le squadre si affrontano a viso aperto senza risparmiarsi, anche se sono soprattutto gli amaranto di Breda a crederci 'a muso duro' verticalizzando molto con la spinta di Agazzi. Al 60' Raicevic manda di un soffio sull'esterno della rete, ben lanciato da Murilo che in velocità si fa notare moltissimo.

Al 62' è la traversa e negare il gol a Valiani su cross dalla destra. Applausi convinti dello stadio per un Livorno intraprendente, che al 64' sfiora il gol anche con Diamanti. Verona in difficoltà, costretto a stare basso, coperto. Al 72' Diamanti finisce a terra in area su intervento di Caracciolo e reclama il rigore, ma niente da fare. Breda, in ogni caso,ci crede di più rispetto a Grosso: nell'ultimo quarto d'ora rinfresca l'attacco mettendo dentro Giannetti al posto di Murilo, che esce fra gli applausi. All'82' un missile di Agazzi termina di una spanna sul fondo ma gli amaranto non mollano l'assalto fino all'ultimo.

Ci prova anche Giannetti, ma la sua conclusione va sul fondo. Diamanti, inesauribile in pieno recupero viene anticipato da Silvestri in disperata uscita. Finisce così, 0-0, un pareggio prezioso per gli amaranto contro un'altra big, dopo l'1-1 della settimana scorsa a Palermo.