Alessandro Dal Canto
Alessandro Dal Canto

Olbia 18 ottobre 2020 - A testa alta gli amaranto di Alessandro Dal Canto che escono con un punto dall’ostico terreno di gioco dell’Olbia (1-1). Il Livorno sfiora il colpaccio e sogna i tre punti per gran parte del secondo tempo dopo il vantaggio di Mazzeo e le ottime parate di Romboli. Decisivo il forcing dei padroni di casa che nel finale trovano il pareggio grazie al colpo di testa di Andrea Cocco. Un plauso ad un gruppo che nonostante le drastiche questioni societarie sta cercando di onorare al massimo il proprio campionato. 

Attanagliati dalle cocenti quanto mai pessime questioni societarie, il Livorno di Alessandro Dal Canto è partito alla volta di Olbia alla ricerca della prima vittoria stagionale nella quinta giornata del girone A di Serie C.

Il tecnico degli amaranto, visto la mancata ufficializzazione dei nuovi acquisti, ha ancora a disposizione una rosa molto corta ed è sbarcato in Sardegna con appena 16 giocatori in distinta. Al via alle ostilità agonistiche, è la squadra di casa a dettare i tempi di gioco cercando di andare a colpire subito la difesa dei labronici senza però trovare il pertugio giusto.

Nella squadra sarda lo storico ex capitano del Livorno Emerson Ramos Borges, sicuramente un colpo al cuore per i tifosi amaranto vederlo in azione contro il Livorno e insieme al brasiliano, anche Manuel Giandonato centrocampista che in amaranto ha disputato una buona stagione da comprimario nell’anno della promozione in Serie B. Passano i minuti ed i ragazzi di Dal Canto tirano fuori gli artigli iniziando a giocare. La prima occasione degli ospiti, infatti, arriva al 26’ con un colpo di testa del giovane centrale difensivo Deverlan sugli sviluppi di un calcio di punizione calciato dall’out di sinistra da Mazzeo. Al 37’ doppia occasione per l’Olbia prima con un tiro velenoso di Emerson che impegna in corner Romboli grazie ad una traiettoria carica di veleno, poi sempre Emerson batte il calcio d’angolo verso Cocco che trovatosi sul secondo palo sbaglia clamorosamente con la porta davanti a sé sguarnita. L’ultima occasione dei primi 45’ è sempre dei padroni di casa con Gagliano che ci prova dal limite dell’area, attento ancora Romboli che sventa in tuffo. Terminato il recupero, il direttore di gara fischia la fine della prima frazione di gioco, 0-0.

Secondo tempo

La seconda frazione si apre nel segno dei primi 45’ con il forcing dell’Olbia che parte con la marcia inserita e sfiora il vantaggio, dopo appena 3’ con Ladinetti imbeccato con i tempi giusti dall’appena entrato Marigosu sul secondo palo grazie ad un cross perfetto dall’out di destra. Gli amaranto provano ad uscire dal pressing dei sardi cercando di muovere la difesa degli avversari e puntando soprattutto ad attaccare con l’asse di sinistra grazie alla buona intesa tra Marsura e Porcino. Passati 20 sul cronometro ecco il gol del Livorno che segna il suo primo vantaggio stagionale. Marsura entra in area, vede la sovrapposizione di Porcino che viene servito e quest’ultimo non esita a cercare un compagno al centro dell’area trovando in perfetta posizione Mazzeo che non può sbagliare, 0 a 1. Dopo venti minuti di sofferenza un vantaggio inaspettato che ha gelato i pochi tifosi presenti sugli spalti. Il tecnico Max Canzi prova a muovere lo scacchiere alzando il baricentro e inserendo in campo il centrocampista offensivo Biancu e l’attaccante Udoh. Al 31esimo minuto arriva un altro intervento decisivo dell’estremo difensore amaranto che sventa la rete del pareggio dell’Olbia respingendo un colpo di testa di Cocco a due passi dalla porta. Decisamente una grande partita per il giovane portiere del Livorno che ha risposto colpo su colpo agli attacchi dei padroni di casa. Passano i minuti e l’Olbia, spingendosi in avanti, lascia ampie praterie al Livorno che ci prova prima con Murilo e poi con Marsura ma Tornaghi nega la gioia del raddoppio. Al 38’, però, arriva il meritato pareggio dei padroni di casa con la rete di Cocco che sugli sviluppi di un calcio di punizione, stavolta, grazie ad un’incornata potente e precisa riesce a battere Romboli, 1-1. 

Il tabellino

Olbia-Livorno 1-1

Olbia (3-5-2): Tornaghi; Ladinetti, Emerson, Altare; Pisano, Pennington (st 25’ Biancu), Giandonato, Arboleda, Pitzalis (st 45’ Marigosu); Cocco, Gagliano (st 25’ Udoh). A disp.: Barone, Cadili, Dalla Bernardina, La Rosa, Demarcus, Occhioni, Cossu, Lella, D’Agostino. All.: Max Canzi

Livorno (4-3-3): Romboli; Parisi, Deverlan (st 26’ Marie Sainte), Di Gennaro, Porcini; Nunziatini, Agazzi, Haoudi; Marsura, Mazzeo, Murilo. A disp.: Neri, Pallecchi, Canessa, Fremura. All.: Alessandro Dal Canto

Arbitro: Federico Longo

Marcatori: st 23’ Mazzeo, 38’ Cocco,

Note. Ammoniti: Pitzalis, Agazzi, Ladinetti, Murilo. Recupero tempo: pt 1’; st 4’.