Quotidiano Nazionale logo
31 mar 2022

Coppa Liburna, si scaldano i motori Torna la corsa in versione ’storica’

La partenza da Bolgheri il 13 maggio. Aperte le iscrizioni. fino al 26 aprile

La Coppa Liburna 1978
La Coppa Liburna 1978
La Coppa Liburna 1978

Il 13 maggio da Bolgheri, partiranno i concorrenti della “Coppa Liburna - Historic Regularity Rally” (HRR) per ripercorrere, dopo 56 anni dalla prima edizione, ma con altrettanta adrenalina, nell’arco di due tappe, le stesse prove speciali di un tempo chiuse al traffico.

Ecco l’essenza di un grande ritorno, quello di un nome che richiama a momenti di grande sport, di grande storia sportiva, quest’anno rievocato come una competizione di “regolarità a media”, destinata a diventare un riferimento in ambito non solo nazionale. Già in questo primo anno sarà aperta alla partecipazione estera (Enpea). Le iscrizioni, aperte dal 25 febbraio, chiuderanno il 26 aprile.

Parli di Coppa Liburna e parli di vera storia sportiva, quella degli anni ruggenti: era il 17 aprile 1966 quando prendeva il via, per la prima volta la gara livornese per eccellenza, la Coppa Liburna, valida per il campionato di regolarità nazionale. La vinse lo spagnolo Alvare Gomez y Paloma su una Lancia Fulvia 2C. Il rally rimase come gara di regolarità fino al 1973 e campioni del calibro di Marzatico, Pregliasco, Biasuzzi scesero a sfidarsi sulle strade della provincia livornese. Nel 1974 la svolta che portò alla gara di Dado Andreini la validità internazionale: la Fiat non si fece sfuggire l’occasione, iscrivendo tre vetture ufficiali, le due nuove X19 Prototipo per Verini (che vinse) e Barbasio, ed una 124 Abarth per Bisulli. Da allora i più grandi campioni italiani, e tanti anche internazionali, hanno partecipato a questa gara firmando il proprio nome nell’albo d’oro di questa gara indiscutibilmente fra le più avvincenti del Campionato Italiano (valida anche per quello svizzero). Ancora oggi personaggi del calibro di Pinto, Vudafieri, Tony, Tabaton, Cerrato, Cunico, Grossi, Aghini, che hanno onorato il nome “Coppa Liburna” sono nel cuore degli appassionati. L’iniziativa della Scuderia Falesia, presieduta da Mauro Parra con la collaborazione dell’Aci Livorno, proprietaria del “marchio” Coppa Liburna, punta a offrire agli appassionati di auto storiche un evento del tutto nuovo e unicamente dedicato alla Regolarità a Media, specialità piuttosto “fresca” in Italia, ma che conta un grande numero (in crescita) di appassionati, sia all’estero che tra gli sportivi italiani.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?