FRANCESCO INGARDIA
Sport

Desio-Libertas e Pielle-Mestre, tocca a voi! E’ il super sabato di gara 3

Gli amaranto in trasferta in Brianza ripartono dall’1-1 (ore 20,30). Biancoblù in casa dopo le sconfitte nei primi due incontri (ore 21)

Tifosi Pielle e tifosi Libertas (Foto Novi)

Tifosi Pielle e tifosi Libertas (Foto Novi)

Livorno, 20 maggio 2023 – I playoff, si sa, una volta cominciati non danno un attimo di respiro. Stasera Libertas e Pielle scendono in campo per le gare 3 delle semifinali per l’accesso al concentramento di Ferrara, ultimo step utile a strappare un pass per l’A2.

La palla a due degli amaranto è fissata per questa sera alle 20,30 al Palabancodesio, in Brianza, mentre per i biancoblù il fischio di inizio arriverà alle 21 al PalaMacchia.

Il Telegrafo Livorno online fornirà come sempre i resoconti degli incontri a fine partita.

Qui Libertas

La truppa amaranto arriva in Lombardia tirata a lucido e col morale alto. Il ko indigesto patito in gara1 al PalaMacchia aveva di fatto consentito a Gallazzi e ai suoi la realizzazione di un break inaspettato che ha costretto la Libertas ad approcciare gara2 con una fame e una foga risultate impossibili da arginare. La ricetta per stasera è ripetere il dominio fisico, tecnico e mentale che la doppia LL ha mostrato nei confronti di Desio al PalaTenda di Piombino.

Difesa asfissiante, vero marchio di fabbrica delle squadre di Andreazza, per sporcare le medie, sponda Desio, dei vari Maspero, Molteni, Mazzoleni e Tornari, ma anche alta intensità in attacco e transizioni efficaci. «Adesso la squadra è entrata nella testa di Desio», aveva dichiarato Andreazza al termine di gara2. Da capire le nuove contromisure prese da Gallazzi, già bravo a trasformare in vantaggio la perdita di Fumagalli, play di riferimento della Rimadesio. Chi vince si porta sul 2-1 e in dote una piccola (grande) ipoteca sulla serie. Si preannuncia una sfida fino all’ultimo possesso.

Qui Pielle

«Vinci o vai a casa», win or go home». E’ la formula americana per definire quelle tipologie di serie in cui la squadra che si trova in svantaggio è forzata a giocare, per dirla ancora nei loro termini, un elimination game, una partita in cui per rimanere a galla conta solo un risultato utile: la vittoria. Quindi, se la Pielle vuole ancora rimanere a bordo del treno playoff e alimentare ancora il sogno A2, ha l’obbligo di battere Mestre per forzare la serie sull’1-2, con l’eventuale gara4 ancora in casa. Cardani e i suoi tenteranno l’impresa avendo però tutti i tifosi dalla loro parte.

Un PalaMacchia che ospiterà il pubblico delle grandi occasioni. L’impresa è alla portata dell’Unicusano, a patto che rimanga dentro la partita per tutti i 40’. Un altro crollo mentale potrebbe costare la terza sconfitta che chiuderebbe i conti della serie a favore dei veneti. La PL stasera deve andare oltre ai suoi limiti e oltre quella cattiva sorte che l’ha privata di Loschi e Piazza per questa post season. Ora, solo andando oltre i propri limiti una serie può essere riaperta prima e ribaltata poi.

Francesco Ingardia