Livorno-Spezia (foto LaPresse)

Livorno, 7 ottobre 2018 – Al Picchi lo Spezia supera il Livorno. Crisi per gli amaranto, quinta volta consecutiva in campionato per gli aquilotti. Tutto , in questa settima di andata della Serie B, viene deciso nel primo tempo con il vantaggio di Crimi, poi il raddoppio di Okereke e il tris, dopo l'ex Giannetti ad accorciare, di Bartolomei.

Lo Spezia passa in vantaggio dopo 5 minuti: Vignali innesca Gyasi, il cui assist per Crimi è perfetto per il centrocampista che la piazza di destro nella rete livornese. È lo 0-1. Subito la risposta del Livorno al 6' con Lamanna che esce in tuffo a centro area per anticipare Giannetti, che si stava inserendo sul cross di Diamanti dalla sinistra. Ma gli aquilotti non si frenano e raddoppiamo al 10' con Okereke, al suo primo gol in B: il nigeriano prima centra la traversa (su assist di Crimi), poi Gyasi prende la respinta con la testa e ancora Okereke colpisce con la testa e con il piede, portando la palla dentro. È lo 0-2. Si salva con i piedi al quarto d'ora Mazzoni sul colpo di testa di Okereke sul corner di Bartolomei dalla destra. Perde invece malamente palla Crimi a centrocampo, poi Diamanti pesca Giannetti che conclude, controllato non perfettamente da Terzi, con Lamanna a bloccare in due tempi (18').

Accorcia il Livorno al 19' grazie a Giannetti che si infila, su un cross di Valiani, anticipando Giani (in ritardo) e Lamanna. È l'1-2. Sbroglia una situazione complicata, in uscita, Lamanna al 23', poi dopo un minuto lo Spezia fa tris: Okereke va via in contropiede poi cede a Gyasi e a sua volta a Bidaoui sulla sinistra, che rimette in mezzo per l'accorrente Bartolomei, libero di calciare forte alle spalle del portiere di casa. È l'1-3. Protesta nell'occasione, per un presunto fallo subìto da Valiani, l'allenatore Lucarelli (lo stava facendo da tempo) e l'arbitro lo butta fuori. Ruba il tempo a Di Gennaro al 31' Crimi con un colpo di testa, sull'angolo di Bartolomei, che finisce non lontano dal palo alla sinistra di Mazzoni. Si arrabbia invece Marino al 38' per un tocco di Di Gennaro su Gyasi, sul limite dell'area livornese, ma Fourneau è vicino e non ravvisa nessuna irregolarità.

Il primo tempo si chiude con gli spezzini in attacco e la ripresa si avvia con gli stessi 22. Dopo il potente tiro di Diamanti al 4' che termina oltre la traversa, il colpo di testa di Giani, sugli sviluppi di un corner dalla destra, ma Mazzoni che blocca a pochi centimetri dalla linea. Non inquadra lo specchio al 33' il destro di Murillo. Proprio quest'ultimo viene espulso, forse un po' troppo frettolosamente dall'arbitro per una manata non poi così volontaria a Crimi nel recupero. Respinge bene Lamanna all'ultimo minuto sulla punizione da una trentina di metri di Diamanti.

Il tabellino

Livorno-Spezia 1-3

PRIMO TEMPO 1-3

LIVORNO (3-5-2): Di Gennaro, Bogdan, Gonnelli; Iapichino (15' st Raicevic), Diamanti, Agazzi (21' st Sumaoro), Valiani, Porcino; Murilo, Giannetti (35' st Kozak). A disp. Romboli, Zima, Bruno, Gasbarro, Maiorino, Rocca, Parisi, Maicon, Albertazzi. All. Lucarelli.

SPEZIA (4-3-3): Lamanna, Vignali, Terzi, Giani, Augello; Bartolomei, Ricci, Crimi; Gyasi (42' st Gudjohnsen), Okereke (8' st Maggiore), Bidaoui (29' st Mora). A disp. Manfredini, Barone, Crivello, Capradossi, De Francesco, Bastoni, Acampora, Bachini. All. Marino.

Arbitro: Fourneau di Roma 1 (assistenti: Rossi di Rovigo e Affatato di Verbano-Cusio-Ossola; quarto uomo Zingarelli di Siena).

Marcatori: 4' pt Crimi (S), 10' pt Okereke (S), 19' pt Giannetti (L), 24' pt Bartolomei (S). Note: spettattori 7mila circa. Allontanato l'allenatore Lucarelli (L) per proteste al 25' pt. Espulso Murillo al 47' st. Ammoniti Crimi, Agazzi, Diamanti, Gyasi, Giani., Bartolomei Tiri in porta 3-6. Tiri fuori 4-2. Angoli 0-5. In fuorigioco 1-2. Recuperi 1' pt e 5' st.