E' operativa la stazione mobile che sarà in prevalenza nella zona degli Spiazzi
E' operativa la stazione mobile che sarà in prevalenza nella zona degli Spiazzi

Rio (Isola d'Elba), 10 luglio 2019 - Una stazione mobile di ultima generazione per garantire la presenza costante dell’Arma nel comune di Rio, e in particolare a Rio Marina, dopo la chiusura della stazione locale stazione ed il ripiegamento dei suoi militari a Portoferraio in attesa della realizzazione della nuova caserma nei locali dell’ex centro giovani in via principe Amedeo che il comune ha acquisito grazie al federalismo demaniale. La struttura stazionerà prevalentemente a Rio Marina nella zona degli Spiazzi con un orario di apertura quotidiano dalle 9 alle 12 ed anche in alcune ore del pomeriggio. Il mezzo attrezzato potrà comunque spostarsi in altre zone del territorio riese in caso di necessità ed in occasione di eventi e manifestazioni.

"Siamo sempre stati presenti su questo territorio – ha detto ieri il comandante provinciale dei carabinieri di Livorno, colonnello Alessandro Magro, nell’incontro di presentazione dell’iniziativa – e vogliamo continuare a farlo. In quest’ottica il comando provinciale e il comando legione hanno voluto mettere a disposizione questa stazione mobile come segno di attenzione e di vicinanza alla popolazione. Questa struttura consentirà al cittadino di presentare una denuncia come in una vera e propria stazione".

La presenza dell’Arma non è rappresentata solo dalla stazione mobile. "Ovviamente – ha aggiunto il colonnello Magro – il nostro ruolo è anche quello di effettuare pattuglie a piedi, cosa che aumenta la visibilità e la presenza dello Stato. In più si aggiungono i normali servizi di controllo che la stazione di Rio continua a effettuare non solo con i normali mezzi di servizio, ma anche con la pattuglia dei motociclisti che periodicamente fa servizio anche da queste parti. Quest’anno a rafforzare il personale della stazione ci sono 3 allievi carabinieri e marescialli che faranno servizio per tutta la stagione estiva".

Il discorso inevitabilmente è caduto sulla nuova caserma. "Il rapporto con il Comune – ha concluso il colonnello Magro – è ottimo. Il consiglio comunale ha già stanziato dei fondi. Siamo nella fase di approvazione del progetto. Appena quest’ultimo avrà il via libera dai competenti uffici dell’Arma si potrà partire con l’iter per la realizzazione dell’opera".