Quotidiano Nazionale logo
25 gen 2022

Rifiuti, entro l’anno la rivoluzione in centro. Ecco tutte le novità

Livorno, il Comune e Aamps hanno annunciato cambiamenti per migliorare il servizio in attesa dei finanziamenti

La rivoluzione coinvolgerà il centro allargato e la Venezia
La rivoluzione coinvolgerà il centro allargato e la Venezia
La rivoluzione coinvolgerà il centro allargato e la Venezia

Raccolta dei rifiuti, annunciata la rivoluzione in centro. I tempi? Entro fine dell’anno, se arriveranno i soldi 1.850mila euro per comprare i macchinari. Il piano è stato annunciato dal sindaco Luca Salvetti, dall’assessora all’Ambiente Giovanna Cepparello, da Raphael Rossi, ammnistratore unico di Aamps e da Raffaele Alessandri, direttore generale di Aamps. L’obiettivo primario, in linea con le normative europee e le specifiche indicazioni della Regione Toscana, è di favorire progressivamente la riduzione nella produzione dei rifiuti ed incrementare le percentuali di raccolta differenziata nel rispetto del principio “chi più produce, più paga” da valorizzare ulteriormente attraverso l’introduzione della tariffazione puntuale. Le novità nel centro allargato, pentagono e Venezia sono: eliminazione dal “Centro allargato” delle attuali batterie di cassonetti per la raccolta di organico, carta-cartone, multimateriale, vetro, indifferenziato, che creano enormi problemi di decoro e riducono la percentuale di raccolta differenziata; collocazione nel “Centro allargato”, nel Pentagono e in Venezia di nuovi contenitori “intelligenti” e videosorvegliati per la raccolta del vetro e dell’organico, utilizzabili attraverso una app dedicata o attraverso la tessera; attivazione del servizio PAP con sacchi a perdere forniti dall’azienda e dotati di sistema di riconoscimento per una progressiva introduzione del sistema a tariffazione puntuale; raccolta notturna per Pentagono e Centro allargato; estensione della raccolta degli imballaggi del vetro con la collocazione di nuovi contenitori a “campana”. Saranno interessati dal nuovo servizio 25.223 cittadini. Multimateriale, carta e indifferenziato saranno raccolti con sacco a perdere tracciabile e associato a ciascun utente e spariranno i mastelli dai marciapiedi del centro. La raccolta sarà notturna, eccetto nel quartiere della Venezia (dove resterà presumibilmente nella fascia attuale), e così anche la pulizia delle strade, in modo che la città si svegli pulita. Si aggiungeranno quattro “Eco-Station”, videosorvegliate, utilizzabili come servizio aggiuntivo; saranno posizionati sul territorio alcuni contenitori a “campana” per la raccolta della carta-cartone e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?