Quotidiano Nazionale logo
1 feb 2022

Atm in liquidazione "La partecipata ormai un contenitore vuoto"

Il Comune di Piombino ha avviato la procedura di liquidazione di Atm, la società partecipata di trasporto locale della quale è socio di maggioranza: alla presenza dell’85% dei soci l’assemblea si è così espressa davanti al notaio. "La scelta era stata preannunciata – ha detto il vicesindaco e assessore a Bilancio e Partecipate Luigi Coppola – perché di fatto Atm è un contenitore vuoto, il cui scioglimento porterà evidenti risparmi per la società e per i Comuni soci. La società è senza dipendenti e senza proprietà e fin dall’inizio l’obiettivo dell’amministrazione era stato lo scioglimento, in un’ottica di contenimento degli sprechi: la nostra attività guarda alla semplificazione delle procedure a vantaggio dei cittadini e siamo convinti che quest’azione vada incontro a queste necessità". La procedura ha subito ritardi legati al subentro di Autolinee Toscane nella gestione del trasporto regionale "ma, adesso, è arrivato il momento di procedere con il nostro intento" spiega l’amministrazione. "La nostra attività amministrativa è sempre stata e sempre sarà rivolta verso la semplificazione delle procedure a vantaggio dei cittadini e siamo convinti che quest’azione vada esattamente in questa direzione".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?