San Vincenzo (Livorno), 8 gennaio 2018 - Offese all'arbitro durante la gara e, dopo la fine dell'incontro, un grosso bidone della spazzatura lanciato da un genitore dalla tribuna sul campo. È accaduto, riporta il Tirreno, nelle gara delle giovanili di basket S.Vincenzo-Arcidosso, giocata il 6 gennaio al palazzetto di San Vincenzo (Livorno), protagonisti alcuni genitori dei ragazzi della squadra ospite. Il lancio del bidone ha spinto il composto pubblico di casa a redarguire gli ospiti, ventilando l'ipotesi di chiamare i carabinieri. La gara è stata vinta dal San Vincenzo per 68 a 66, tre gli espulsi, tutti dell'Arcidosso compreso l'allenatore, per offese all'arbitro che, riporta il giornale, è uscito poi da una porta secondaria.

Tra gli spettatori di casa c'era anche il sottosegretario all'ambiente Silvia Velo nelle vesti di mamma: il figlio gioca per il San Vincenzo. «È stato un gesto brutto - commenta - nessuno è stato colpito, ma il bidone è stato lanciato quando i ragazzi stavano ancora uscendo dal campo. È vero, è stata una partita tesa, con un doppio ribaltamento negli ultimi due minuti, c'è stata anche qualche reazione tra i giocatori. Ma, abituata a un certo fair play nel basket, mi ha colpito anche che il pubblico fischiava ai tiri liberi». Tornando al lancio del bidone Velo parla di «condotte incivili che sono un brutto esempio per i ragazzi i quali si sono comportati meglio dei loro genitori. L'importante - conclude - è che tra i ragazzi si siano poi chiariti. E spero che quanto accaduto faccia riflettere chi ha commesso quel gesto».