Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

Cecina rende omaggio ad Aldo Moro "Democrazia più forte del terrore"

La cerimonia ieri mattina in via Caduti di via Fani con i rappresentanti delle istituzioni e gli studenti

La cerimonia in via Caduti di via Fani con l’assessore Domenico Di Pietro
La cerimonia in via Caduti di via Fani con l’assessore Domenico Di Pietro
La cerimonia in via Caduti di via Fani con l’assessore Domenico Di Pietro

Cecina non dimentica Aldo Moro e i cinque agenti della scorta uccisi dai terriristi. Ieri mattina, continuando un omaggio non formale, ma sempre sentito, l’amministrazione comunale ieri mattina in via Caduti di Via Fani ha deposto una Corona alla targa in memoria di Aldo Moro e degli agenti della sua scorta, tragicamente scomparsi nelle stragi del 16 marzo e del 9 maggio del 1978. Alla cerimonia hanno partecipato i rappresentanti delle forze dell’ordine, associazioni militari in congedo, consiglieri comunali come Chiara Tenerini e semplici cittadini. "Dalla fine degli anni Sessanta fino agli anni Ottanta – è stato ricordato – l’Italia verrà macchiata da atti che cercheranno strategicamente di lenire la nostra libertà, affogandola nella paura di non poter più esprimere liberamente le proprie idee. Aldo Moro, presidente della Dc venne rapito e ucciso dopo una prigionia di quasi due mesi. Il suo corpo fu fatto ritrovare in via Caetani a Roma il 9 maggio nel bagagliaio di un Renault 4 rossa. Come ha ricordato l’Assessore alla Cultura Domenico di Pietro: "Oggi siamo qui per ricordare le vittime di quel terrorismo e la rinnovata volontà di costruire una Democrazia dove ognuno possa esprime le proprie opinioni in libertà". "Grazie a tutti gli intervenuti, ai ragazzi delle nostre scuole e ai rappresentanti delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, in servizio e a riposo, sempre partecipi alla memoria cittadina".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?