Anziani e consegne a casa, ma attenzione alle truffe
Anziani e consegne a casa, ma attenzione alle truffe

Livorno, 26 marzo 2020 - Spesa a domicilio per gli anziani nelle zone del distretto livornese, ovvero i comuni di Livorno, Collesalvetti e Capraia Isola. Un servizio che sarà possibile grazie anche alle risorse messe a disposizione dalla Regione per contrastare l’emergenza dovuta al diffondersi del coronavirus. Il servizio di consegna a domicilio riguarda beni di prima necessità, come alimenti, farmaci o altri prodotti essenziali. I destinatari sono persone anziane, conosciute o meno dai servizi territoriali, che sono invitate a non uscire dalla propria abitazione o che, a causa di precarie condizioni di salute, di autonomia o di solitudine, non possono provvedere autonomamente, non potendo contare su risorse familiari. Il servizio sarà svolto in collaborazione con gli Enti del Terzo settore che hanno aderito all’iniziativa partecipando ad una specifica manifestazione di interesse promossa dalla Zona Distretto Livornese.
È sufficiente chiamare il numero telefonico 329.6898856 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 ed il martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17. Nei giorni e orari indicati un incaricato raccoglierà le richieste e i numeri di telefono o gli indirizzi mail cui gli anziani che necessitano del servizio potranno essere ricontattati. Le richieste accolte saranno poi inoltrate alle Associazioni che prenderanno contatti con la persona per compilare la lista della spesa e per la successiva consegna. Il costo della spesa o dei farmaci dovrà essere corrisposto dall'utente al momento della consegna della spesa mentre la consegna è gratuita. I cittadini che si trovano in quarantena disposta dal Dipartimento di Prevenzione per evitare la diffusione del contagio da Covid-19 e che sono privi di reti familiari e/o amicali per attivare il servizio si potranno rivolgere alla Protezione civile chiamando il numero 0586/824000dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 ed il martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.
Un ulteriore aspetto, molto importante, va sottolineato. Stanno arrivando al Comune numerose segnalazioni sul fatto che la protezione civile telefonerebbe nelle case degli anziani per dire che sta andando a portare la spesa e di preparare i soldi. È una truffa, la protezione civile sta attivando un servizio di consegna spesa e medicinali rivolto a chi è ammalato di coronavirus o è in quarantena, e non ha nessuno in grado di aiutarli. Ma sono le persone interessate che devono contattare la protezione civile al numero 0586/824000 e non il contrario. Il Comune invita dunque i cittadini a prestare attenzione e in caso di dubbio di fare una telefonata di verifica o alla Protezione Civile o alle Forze dell’ordine.
P.B.