Cantiere per una frana
Cantiere per una frana

Livorno, 6 aprile 2021 - «Spreco di soldi pubblici". Così l'altra mattina una signora si sfogava su Facebook. Nel mirino i lavori sulla frana di via di Quercianella. Un’altra frana, un’altra storia che dura da tempo.ù

Sono tre le grandi ’ferite’ che interessano le strade di competenza della Provincia: la frana sulla Sp9 a Quercianella, quella all’isola d’Elba sulla Sp 25 e la frana decennale sulla strada che porta alla Valle Benedetta. "I lavori di sistemazione della frana sulla SP 9 del Castellaccio – dice il vicepresidente della Provincia Pietro Caruso – non si sono mai fermati dall’apertura del cantiere. Ci siamo attivati una volta ottenute le autorizzazioni dal Comune". Una Provincia che è in evidente difficoltà: "Scuole e strade sono due competenze importanti – continua Caruso – ma la Provincia non ha soldi e per fare prima dobbiamo sempre attivare i lavori di somma urgenza. Purtroppo la riforma delle Province è stata un disastro: non ci sono dirigenti e il personale da 400 è passato a poco meno di 140 unità. La situazione è tragica. Gli anziani poi che sapevano muoversi abilmente su certe partite sono andati in pensione o stanno andando e i neo assunti devono prendere confidenza con dinamiche molto complesse". Sulla frana di Quercianella (avvenuta nel novembre 2019) la Provincia ricorda i finanziamenti dalla Regione Toscana per 1,5 milioni di euro: un primo intervento di messa in sicurezza poi è stato realizzato un sistema di drenaggi verticali per la regimazione delle acque sotterranee e sono state eseguite le indagini geologiche propedeutiche alla progettazione dell’intervento definitivo. Sono iniziati i lavori per il consolidamento della scarpata e della strada, tuttora in corso. E’ stato attivato anche un impianto di monitoraggio, per il controllo di eventuali movimenti anomali della scarpata, che resterà attivo anche dopo il termine dei lavori, per almeno un anno.

Sulla frana all’isola d’Elba (avvenuta il 15 novembre 2020) ci sono novità: la Provincia sta predisponendo gli atti per la gara. Sulla Sp25 anello occidentale in località Campo Lo Feno attualmente passano solo ambulanze in codice rosso e scuolabus dalle 7 alle 17 sotto sorveglianza della ditta che fa i lavori per 120mila euro pagati dalla Provincia. La Regione ha stanziato 650mila euro per la messa in sicurezza definitiva e il ripristino della circolazione.

Poi c’è la frana della Valle Bendetta, che resiste ormai alla storia! "Sono certo – s’impegna Caruso – che entro l’estate parteciperò alla messa sulla frana. I lavori partiranno a giugno una volta pronta l’impresa che ha vinto la gara". Il riferimento è alle messe che il parroco della Valle Benedetta don Cristian Leonardelli ha detto per anni sulla strada proprio per sensibilizzare i cittadini su questa ’ferita’ al cuore delle colline livornesi.

Michela Berti