Visita al faro (foto Novi)
Visita al faro (foto Novi)

Livorno 10 novembre 2019 - La Half Marathon di Livorno ha offerto anche eventi collaterali grazie dal Cantiere Lusben Benetti, al Gruppo People from Benetti (che riunisce i dipendenti e il personale in pensione) e alla Associazione Mondo dei Fari. Il gruppo dei dipendenti Lusben Benetti si è messo a disposizione dei visitatori per un tour guidato del cantiere. Altri  soci del Gruppo People from Benetti si sono prestati per accompagnare il pubblico  nella visita del faro  (svetta con i suoi oltre 40 metri all'ingresso principale del porto). Ma  singolarmente si trova dentro il perimetro del Cantiere.

A dar manforte e a fare da guide si sono mobilitati anche i volontari della Associazione Mondo dei Fari. Tra di loro Renzo Fiorentini, ex guardiano del faro di Livorno, Paolo Bassignani attuale responsabile del faro a Portofino, Stefano Gilli e Corrado Ricci. A fare gli onori di casa  il capitano di fregata Alessandro Cirami, comandate di Marifari a La Spezia, che ha in gestione 30 fari da Genova a Civitavecchia.

"Stiamo studiando insieme al Comune di Livorno - ha detto Cirami - di aprire il faro con regolarità come sta accadendo già per la Lanterna di Genova. Sarebbe bello far arrivare i visitatori a bordo dei battelli che fanno il giro dei fossi medicei".

 All'interno del faro  grazie anche al contributo di Lusben Benetti, è stato possibile ammirare  alcuni modelli in scala delle navi costruite nei gloriosi cantieri Orlando risalenti ai primi del Novecento. Poi visitatori, bambini e atleti della maratona hanno potuto gustare le prelibatezze del buffet messo a disposizione sempre da Lusben Benetti. 

Ultima emozione da provare: il sorvolo in elicottero del cantiere e del lungomare di Livorno con voli programmati che hanno permesso a chi ha voluto di godere di una visuale incredibile.

Monica Dolciotti