Agenti della polfer (foto di repertorio)
Agenti della polfer (foto di repertorio)

Livorno, 14 settembre 2020 - Un uomo, un 50enne kosovaro senza fissa dimora, è stato travolto e ucciso da un treno Pisa-Campiglia sui binari ferroviari tra le stazioni di Ardenza e Antignano a Livorno.

È successo oggi poco prima delle 17. Sul posto sono accorsi i soccorritori della Pubblica Assistenza con il medico del 118, ma per l'uomo ormai non c'era più nulla da fare. Sono intervenuti anche gli agenti della polizia ferroviaria.   A causa dell'incidente il transito dei convogli ferroviari è stato interrotto. Istituito un servizio navetta sostitutivo con bus tra le stazioni di Livorno, Rosignano e Cecina. La circolazione dei treni è rimasta sospesa fino alle 19.30.

Sulle cause dell'incidente sono in corso le indagini della polizia ferroviaria che deve appurare se si sia trattato di un gesto deliberato, o se l'impatto con il treno sia capitato accidentalmente durante un incauto attraversamento dei binari.

Questo episodio è  il secondo in ordine di tempo: il primo risale a una settimana fa quando un uomo di 35 anni alle prime ore del mattino è stato travolto da un treno poco distante dalla stazione di Castiglioncello. In quella circostanza a dare d'allarme è stata una donna che ha visto il corpo del malcapitato riverso tra i binari. In questo caso è stato ipotizzato il suicidio.