Un momento del corso di formazione sui vaccini per i medici di famiglia dell'Asl
Un momento del corso di formazione sui vaccini per i medici di famiglia dell'Asl

Livorno, 21 febbraio 2021 - La missione è impegnativa: vaccinare almeno l’80% degli oltre 30mila anziani con più di 80 anni nella provincia di Livorno. Un compito affidato ai medici di famiglia con il supporto dell’Asl Nord Ovest. Ieri il corso di formazione a Livorno, Donoratico e Portoferraio a cui hanno partecipato i dottori: dimostrazioni pratiche di sporzionamento delle fiale, uso delle siringhe e questioni burocratiche legate ai documenti di consenso. Domani si parte, dopo le vaccinazioni dimostrative della settimana appena passata. Ma quale è la situazione? Avremo finalmente una accelerazione delle vaccinazioni? Di tutto questo ne parliamo con Pasquale Cognetta, presidente provinciale dei medici di medicina generale e dell’ordine dei medici.
Da domani inizia la vera operazione vaccini per gli over 80?
"Sì, anche se avremo ancora una settimana di rodaggio perché i medici avranno solo sei dosi per sette giorni. Dall’inizio di marzo è previsto un incremento di dosi e potremo accelerare".
Quali sono i problemi al di là della fornitura dei vaccini?
"La vaccinazione in sè è semplice, una iniezione che si fa velocemente. Ma esiste un problema logistico legato allo scongelamento delle fiale, l’anamnesi del paziente, il controllo delle eventuali reazioni e la compilazione dei moduli di assenso. Per cui c’è bisogno di un supporto Asl".
E questo supporto ci sarà?
"Sì per i medici di famiglia che hanno lo studio da soli avremo dei centri vaccinali nei distretti Asl dove ci sarà un ambulatorio attrezzato apposito. I medici in aggregazione con infermieri potranno vaccinare anche nei loro studi".
Anche il problema burocratico non è da poco. Vero?
"Il documento per il consenso informato è fatto di 12 pagine. Abbiamo bisogno di una maggiore semplificazione se vogliamo sveltire le procedure. Ci si rende conto, anche solo a livello di consumo di carta, cosa significa stampare 12 pagine per milioni di persone?"
Che tempi si prevedono per immunizzare gli over 80 della provincia di Livorno?
"Realisticamente, se non ci sono intoppi lo potremo fare in tre mesi, marzo, aprile e maggio. Ogni medico ha dai 100 ai 150 pazienti in quella fascia. Si può fare in tempi più stretti se ci saranno più vaccini e se l’Asl fornirà un supporto con proprio personale".
Come si dice da tempo è necessario potenziare la medicina territoriale...
"Il covid lo ha dimostrato a tutti, anche se noi lo sapevamo già. I medici di famiglia sono fondamnentali, ma hanno molti compiti e vanno aiutati con servizi e supporto di personale almeno in particolari momenti".