Monopattino, maxi multa di seimila euro e sequestro

La Polizia Municipale è intervenuta per un veicolo trasformato completamente. Da ricordare che per i minorenni è previsto anche il casco obbligatorio

Monopattino elettrico, scatta la maxi multa

Monopattino elettrico, scatta la maxi multa

Cecina, 20 maggio 2024 – A Cecina la Polizia Municipale ha proceduto al sequestro amministrativo ai fini della confisca di un monopattino elettrico. Per il conducente una serie di sanzioni amministrative, per un totale di oltre 6000 euro. Il monopattino elettrico era stato sottoposto a modifiche tali da configurarlo come ciclomotore. per questo la Polizia Municipale intende sensibilizzare i proprietari e conducenti dei monopattini elettrici, a rispettare poche ma essenziali regole: verificare la marcatura “CE” prima dell’acquisto, richiedere sempre il documento relativo alle caratteristiche tecniche del monopattino elettrico (anche se non obbligati ad averlo al seguito), non sottoporre il monopattino a modifiche tecniche. Di estrema importanza, anche il rispetto delle particolari norme di comportamento: per condurre un monopattino elettrico è necessario avere 14 anni e per le persone con età inferiore ai 18 anni è obbligatorio l’uso di specifico casco protettivo. È consentito circolare solo in ambito urbano e su strade dov’è previsto il limite di 50 Km/h, avere sempre il libero uso delle braccia e delle mani, inserire il limitatore di velocità a 6 Km/h all’interno delle aree pedonali.

Gli agenti della Polizia Municipale di Cecina inoltre sono intervenuti in piazza della Libertà, dove un uomo di 68 anni agitava una pistola senza tappo rosso. Una perfetta riproduzione, in metallo e plastica, della pistola semiautomatica Beretta modello 92 FS, caricatore estraibile, per munizionamento da soft air, con un pallino in plastica dura ancora nel caricatore. Alla pistola era stata asportata la caratteristica colorazione rossa sulla volata (parte finale della canna) che identifica il tipo di strumento, diverso dalle armi da fuoco, ovvero come arma giocattolo, scacciacani.

La vista dell’arma, assolutamente indistinguibile da una vera pistola Beretta, ha procurato allarme da parte di alcune persone presenti sul luogo ed è stato richiesto l’intervento della Polizia Municipale. Sul posto sono giunte due pattuglie in servizio che hanno individuato il 68enne così come i testimoni che avevano assistito al brandeggio ed esibizione dell’arma. Accompagnato presso gli uffici del Comando, è stato denunciato ai sensi della legge 110/75 e relativo sequestro dell’arma per uso soft air.